Costi Costa-Gravas
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.


Definitivamente trasferito in Francia, dalla fine degli anni Cinquanta fa tirocinio con maestri vecchi e nuovi del cinema francese. Esordisce con Compartiment tueurs (65), un giallo con finale a sorpresa (il colpevole è investigatore, che elimina uno ad uno i testimoni), e si afferma come Z (69, da Vassilikos), secca denuncia della dittature dei colonnelli sul modello di Rosi: un deputato dell'opposizione viene soppresso da un gruppo di estrema destra protetto dalla polizia, un magistrato ostinato confuta la tesi ufficiale e fa luce nell'omertà, ma al processo i colpevoli vengono praticamente assolti.

Dopo aver criticato anche la dittatura comunista in J'aven (70), che ricostruisce un grottesco processo dell'era stalinista, passò ad inquisire la CIA e il suo operato in America Latina con State of siege (72), storia del consigliere segreto della polizia politica uruguayana, esperto di lotta contro la guerriglia e soprattutto di tortura, sequestrato e giustiziato dai tupamaros.

Per finire con Section speciale (75) sui collaborazionisti francesi della repubblica di Vigny. Cinema essenziale di intervento, coerente a una linea democratica di pamphlet. Missing (82) racconta di un giovane americano idealista che è casualmente testimone dei rapporti fra consiglieri militari americani e golpisti fascisti cileni, e viene perciò sequestrato dai militari; il padre (Lemmon) lo cerca testardamente, a dispetto dell'omertà e della reticenza, scopre il ruolo avuto dalla CIA, capisce che è stato assassinato dai militari, e infine ottiene perlomeno il suo cadavere.

Betrayed (88) è un thriller ambientato nella provincia americana; una agente dell'FBI seduce un neonazista vedovo con due figli. Banale.

In Music box (89) Jessica Lange è un'avvocata di successo, figlia di un immigrato ungherese che un giorno viene accusato di crimini contro l'umanità. Le prove schiaccianti fornite dal governo ungherese mettono a dura prova l'affetto che la donna prova per quello che è stato un padre ideale. Contro l'uomo si scatena una campagna di persecuzione da parte dei media e degli ebrei che chiedono la revoca della sua cittadinanza.

Al processo lo difende sua figlia in persona che deve vincere la commozione nell'udire le storie delle atrocità commesse dal criminale nazista ed è impotente davanti ai testimoni ungheresi che riconoscono uno dopo l'altro in suo padre quell'uomo. Anche gli amici intimi cominciano a prendere le distanze da lui e davanti ad una ennesima teste lui viene colto da infarto. La linea di difesa è che si tratta di una montatura del governo ungherese per vendicarsi di un accanito anticomunista. Non ascolta la sua assistente che ha scoperto come suo padre sia stato ricattato per anni da un amico. Inviata a Budapest per ascoltare un altro teste di accusa, riesce a dimostrare la malafede del governo ungherese e a convincere il giudice. Ma poi va a trovare la sorella dell'amico che ricattava suo padre e scopre che era il luogotenente del criminale nazista; tornata negli USA trova le foto del ricattatore pers...ai tempi del massacro e suo padre indossa l'uniforme nazista mentre spara a vittime innocenti. E' sconvolta. Affronta il padre, che la accusa di essere impazzita, ma lei prende le foto e le manda al giudice. Racconto morale con suspence e commozione.

What is unique about this cinema database