Brian Depalma


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Icarus (1960) 660124: The Story of an IBM Card (1961) Wotan's Wake (1962) Jennifer (1964) Bridge That Gap (1965) Responsive Eye, The (1966) Show Me a Strong Town and I'll Show You a Strong Bank (1966)

Before launching his main career, Brian De Palma made a few underground films: Greetings (1968) and Hi, Mom! (1970). Greetings (1968)

Murder ... la Mod (1968) Wedding Party, The (1969) Hi, Mom! (1970) Dionysus (1970) Get to Know Your Rabbit (1972)
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

(Translation by/ Tradotto da Alessandra Blasi)

Un nero spia una donna cieca mentre si sveste. La scena fa parte di un game show chiamato "Peeping Toms" che consiste nel tirare a indovinare che cosa farà l'uomo, Philip, ora che ha l'occasione di guardare una donna cieca nuda. (il gioco è mostrato su una piccola TV all'interno dello schermo grande). Il conduttore in TV spiega che la donna cieca non è realmente cieca e che è in verita` una splendida modella franco-canadese, di nome Danielle. Dopo lo show, Danielle invita Philip a pranzo. Durante il pranzo, l'ex marito di Danielle s`intromette e Philip deve chiedere ai gestori del club di buttarlo fuori. Dopo una camminata romantica al mare, Philip segue Danielle, un poco ubriaco, a casa sua. Philip vede l`ex-marito che monta la guardia di sotto. Fanno l'amore sul divano. Danielle ha un incubo e va verso la stanza da bagno a prendere alcune pillole. Philip è svegliato da Danielle che ha una discussione in francese con un'altra donna, Dominique, che accenna al fatto di essere bloccata in una casa di cura mentale. Philip si sveglia e si veste. Danielle spiega che Dominique è la sua gemella siamese e che quell giorno è il loro compleanno e lo manda fuori per prendere una torta di compleanno. Philip torna di nuovo nell'appartamento ed accende le candele sulla torta, mentre l`ex-marito ancora sta attendendo pazientemente nell'automobile di sotto. Philip viene ferocemente ucciso dalla squilibrata Dominique. Dal suo appartamento dall`altra parte della strada, una giovane reporter, Grace, (introdotta nella parte sinistra dello schermo), vede Philip strisciare alla finestra prima di cadere morto sotto i colpi della donna. Grace chiama la polizia e va di sotto. L` ex-marito, Emil, bussa alla porta di Danielle e soltanto allora Danielle realizza che cosa Dominique ha fatto. Emil l`aiuta a nascondere il corpo nel divano. Il detective mandato dalla polizia, Kelly, si risente dei suoi articoli contro la brutalita` della polizia, è scettica circa la sua storia e spreca molto tempo nel corridoio dell`edificio discutendo con lei mentre Emil sta pulendo il soggiorno. Quando Danielle apre la porta, non ci sono segni dell'omicidio. Grace si siede sul divano, letteralmente in cima al cadavere ed afferma in un tono frustrato, "quel corpo è qui da qualche parte!" La ricerca è inutile, ma Grace trova la torta e realizza che Danielle ha una gemella. Purtroppo fa cadere la torta, l'unica prova della sua teoria e l'ufficiale di polizia va via senza crederla. (dove Dominique sta nascondendosi non è chiaro, soltanto Emil ha lasciato l'appartamento). Grace è determinata a dimostrare che la sorella gemella di Danielle ha ucciso Philip. (al pubblico, cui era stato chiesto di identificarsi con l'assassino, ora è chiesto di identificarsi con il reporter). Grace chiama un amico che è un detective privato. Il detective si introduce furtivamente nell'appartamento di Danielle per trovare indizii, mentre Grace lo guarda con il binocolo attraverso le finestre aperte. Grace trova un file su due gemelle siamesi che un anno prima sono state separate chirurgicamente ed allora guarda un documentario sul fatto. Emil è l'uomo che ha realizzato la separazione e... Dominique è morta nell`operazione. Nel frattempo il detective sta seguendo un camion che sospetta stia portando via il cadavere. Grace trova Danielle ed Emil in una casa di cura mentale. Danielle e` nel mezzo di una crisi ed Emil la inietta un sedativo. Grace chiede ad un assistente di chiamare la polizia, ma l'assistente chiama il capo dell'istituzione... che è Emil. Emil finge che Grace sia una paziente e tutto quello che lei dice sembra l'incubo di una paranoica. Viene legata al letto e chiusa in una stanza. Sotto effetto di droga, sogna che Emil la ipnotizza e le mostra una cicatrice orribile. Qualcuno sta guardando una videotape in bianco e nero su un piccolo schermo televisivo. Il videotape mostra come Emil diviene l`amante di Danielle quando le due erano ancora unite (inietterebbe giusto un sedativo a Dominique per fare l'amore con Danielle) e come poi le ha separate. Una sequenza di irreali sequenze in bianco e nero trasforma la storia in un incubo che Danielle sta avendo mentre Emil parla con lei. Dominique non e` mai morta per Danielle e Danielle a volte diventa Dominique. Emil sta provando a guarirla, ma Danielle lo colpisce con lo stesso coltello. Cadono su Grace, che si sta svegliando. Emil è morto e Danielle lo sta abbracciando. La silenziosa detective Kelly ora crede a Grace e vorrebbe far qualcosa, ma...Grace e` stata ipnotizzata e non può ricordare niente circa l'omicidio di Philip. Il suo detective privato comunque e` ancora all`inseguimento. De Palma usa i metodi e le ossessioni di Hitchcock ed a volte in un modo ancor più convincente. DePalma imita anche l`humor noir di Hitchcock, quando Grace si sta sedendo sul corpo e dice "che il corpo deve essere qui da qualche parte". La pellicola è principalmente girata in ambienti stretti e claustrofobici. La tensione è data dallo stile nevrotico del regista: inquadrature maniacali che inseguono, zoom quasi-psichedelici, montaggi dai tagli veloci ed effetti split-screen. La preferenza di DePalma è di essere voyeur e di occuparsi dei voyeaurs. Il cinema di Hitchcock è voyeurismo e intorno ai voyeaurs e De Palma semplicemente sviluppa questo. Sisters è ispirato specificamente a Psycho (il legame fra i gemelli siamesi anziché il legame fra la madre ed il figlio) e a Rear Window (la reporter che guarda con il binocolo il detective dalla sua finestra). De Palma inoltre allude a Todd Browning`s Freaks quando tratta delle istituzioni. De Palma inoltre gioca con la morale del pubblico. Per esempio, quando lo schermo spaccato mostra Grace e la polizia contro Danielle ed Emil, la suspense è causata sia dall` ansia che Grace e la polizia non arriveranno in tempo per scoprire Danielle ed Emil (morale buona) sia dall'ansia che Danielle ed Emil non riusciranno a pulire la scena del delitto in tempo (cattiva morale).

Sisters (1973) was the film that made De Palma a famous director of thrillers, De Palma's first venture into Hitchcock territory. It contains the themes that would resurface in all his major films.

A black man spies on a blind woman who is undressing. The scene is part of a game show called "Peeping Toms" that consists in guessing what the black man, Philip, will do now that he has the opportunity to watch a blind woman undressing. (The game is shown on a smaller tv screen within the larger movie screen). The tv host explains that the blind woman is not really blind, and that she is actually a gorgeous French-canadian model, Danielle.
After the show, Danielle invites Philip to dinner. During their dinner Danielle's ex husband intrudes and Philip has to ask the club's to throw him out. After a romantic walk by the sea, Philip follows Danielle, a little drunk, at her place. Philip sees her ex-husband mounting guard downstairs. They make love on the couch. Danielle has a nightmare and walks to the bathroom to takes a few pills. Philip is woken up by Danielle having an argument in French with another woman, Dominique, who mentions having been locked in a mental hospital. Philip wakes up and gets dressed. Danielle explains that Dominique is her siamese twin and that this is their birthday, and sends him out to get a birthday cake. Philip walks back to the apartment and lights the candles on the cake, while the ex-husband is still patiently waiting in the car downstairs. Philip is butchered by the deranged Dominique.
From her apartment across the street, a young reporter, Grace, who is introduced in the left side of the screen, sees Philip crawl to the window before falling dead under the mad woman's blows. Grace calls the police and walks downstairs.
The ex-husband, Emil, knocks at Danielle's door and only then Danielle realizes what Dominique has done. Emil helps her hide the body into the couch.
The detective sent by the police, Kelly, resents her articles against police brutality is skeptical about her story and wastes a lot of time in the hall of the building arguing with her while Emil is cleaning up the living room. When Danielle opens the door, there are no signs of the murder. Grace sits down on the couch, literally on top of the dead body, and proclaims in a frustrated tone, "That body is here somewhere!" The search is fruitless, but Grace finds the cake and realizes that Danielle has a twin. Unfortunately she trips on the cake, the only evidence of her theory, and the police officer leaves without believing her. (Where Dominique is hiding is not clear, since only Emil left the apartment).
Grace becomes determined to prove that Danielle's twin sister killed Philip. (The audience, that has been asked to identify with the murderer, now is asked to identify with the reporter). Grace calls a friend who is a private detective. The detective sneaks into Danielle's apartment to find clues, while Grace watches him with binoculars through the open windows.
Grace finds a file on siamese twins who a year earlier have been surgically separated and then watches a documentary on them. mil is the man who performed the separation and... Dominique died in the operation.
In the meantime the detective is following a moving truck that he suspects is carrying the corpse away. Grace finds Danielle and Emil in a mental institution. Danielle is having a fit and Emil injects her a sedative. Grace asks an assistant to call the police, but the assistant calls the head of the institution... who is Emil. Emil pretends that Grace is a patient and everything she says sounds like the nightmare of a paranoid. She gets tied down to a bed and locked in a room. Under the effects of drugs, she dreams that Emil is hypnotizing her and shows her a horrible scar.
Someone is watching a videotape in black and white in a small television screen which is set in the institution for the malformed where they were raised. The videotape shows how Emil became Danielle's lover when the two were still united (he would just inject a sedative into Dominique to make love to Danielle) and how he then separated them. A sequence of dreamy sequences in black and white turns the story into a nightmare that Danielle is having while Emil talks to her. Dominique never died for Danielle and Danielle sometimes becomes her. Emil is trying to heal her, but Danielle strikes him with the same knife. They fall on Grace, who is waking up. Emil is dead and Danielle is hugging him.
The dumb detective Kelly now believes Grace and would like to find the couch but... Grace has been hypnotized and she can't remember anything about the murder of Philip. Her private detective though is still following it.
DePalma uses Hitchcock's methods and obsessions and sometimes in an even more convincing manner. DePalma even mimick Hitchcock's black sense of humor when Grace is sitting on the dead body and says "that body must be here somewhere". The film is mostly shot in narrow, claustrophobic environments. The tension is created by the neurotic style of the director: manic tracking shots, quasi-psychedelic zooms, fast-cut editing and split-screen effects. DePalma's preference is for being the voyeur, and for dealing with voyears. Hitchcock cinema is voyeurism and about voyeaurs, and DePalma simply expands on that. Sisters is inspired specifically by Psycho (the bond between Siamese twins instead of the the bond between mother and son) and Rear Window (the reporter watching with binoculars the detective from her window). DePalma also hints at Todd Browning's Freaks when he deals with the institute.
DePalma also plays with the morals of the audience. For example, when the split screen shows Grace and the police versus Danielle and Emil, the suspense is both caused by anxiety that Grace and the police will not arrive in time to catch Danielle and Emil in the act (good moral) and by the anxiety that Danielle and Emil will not get the crime scene cleaned up in time (bad moral).
Phantom Of The Paradise (1974) Un giovane hippie ha composto una cantata pop sul Faust ma ha commesso l'ingenuita` di affidarla a un impresario corrotto che l'ha passata al divo malvagio Swan il quale progetta di farne il cavallo di battaglia del suo nuovo locale, il Paradise. Invano il giovane reclama i suoi diritti. Swan lo fa rinchiudere in un penitenziario. L'hippie evade, penetra nella fortezza discografica di Swan, tenta di sabotare, ma invece si brucia un lato del volto e perde la voce. Riesce comunque a mandare a monte il progetto facendo esplodere una bomba durante le prove. Swan decide allora di fargli firmare un contratto in cambio del quale gli ridara` la voce e affidera` la cantata alla giovane preferita dell'autore. L'autore, che si veste con una maschera da rapace e una tunica nera, viene chiuso in uno studio dove sofisticate apparecchiature riescono a trasformare i suoi mugolii in voce umana e dove riprende a comporre. Swan in realta` ha gia` presentato alla stampa il nuovo idolo. Il tradimento si ttua quando l'autore, spossato dalla gran fatica, termina l'opera: Swan lo fa murare vivo nello studio e inaugura il Paradise facendo cantare l'opera al suo idolo gay. L'autore, resosi conto dell'inganno, sfonda il muro con la forza della disperazione, minaccia il cantante (che, terrorizzato, vorrebbe andarsene, ma viene convinto a rimanere) e si nasconde in attesa di colpire. Lo show ha inizio in un caos infernale. L'idolo si agita sotto i riflettori davanti a una folla delirante. L'autore gli scarica addosso una freccia ad alta tensione. Cala il sipario, mentre la folla esulta. L'impresario decide di far cantare la ragazza per placare l'ira dell'assassino. La ragazza canta e trionfa, ma non sa nulla dell'autore ed e` invaghita di Swan, a cui crede di dovere tutto. L'autore le appare sul tetto, ma e` orrendo. Lei, terrorizzata, fugge dal bello Swan. L'autore li segue alla lussuosa villa di Swan. Sotto la ufera che imperversa, l'autore e` costretto ad assistere dal tetto alla scena d'amore che si sta svolgendo in casa. La ragazza striscia sul corpo di Swan, lo spoglia, lo bacia con volutta`. L'autore ha perso anche lei, Swan adesso gli ha rubato veramente tutto.
Swan accende una telecamera che inquadra la scena sul tetto e gode a vedere la sua vittima soffrire. L'autore estrae un pugnale e se la punta contro il petto. Swan sale sul tetto, gli leva il pugnale, lo richiama alla vita e gli getta il voluminoso contratto in faccia, che concede a Swan tutti i diritti. L'autore e` condannato a vivere, a sopportare l'umiliazione, ad assistere alla propria distruzione morale, attraverso l'uso della ragazza che ne fara` Swan. L'autore tenta allora di pugnalare Swan, l'unico modo per mettere fine al tutto, ma Swan gli rivela di essere anche lui sotto contratto.
Swan decide di sposare la ragazza al termine del prossimo show.
L'autore apprende da un video la verita`: vent'anni prima Swan stava per suicidarsi, terrorizzato dall'idea di invecchiare, ma il diavolo gli propose un contratto, l'eterna giovinezza in cambio di una firma col sangue. Il demonio gli disse anche di custodire gelosamente il filmato, perche' Swan morira` quando il film verra` distrutto.
Sullo schermo l'autore vede poi i veri profetti di Swan: non sposare la ragazza, ma ucciderla, dopo averle fatto firmare col sangue lo stesso contratto.
Lo show e` iniziato (coreografia sfarzose, folla assordante). Durante la scena del matrimonio, un killer nascosto dietro le quinte prende di mira la ragazza. L'autore interviene e devia il colpo sul sacerdote che sta celebrando il matrimonio. Poi si cala sul palco e distrugge il film. Nel caos infernale Swan invecchia rapidamente. Il pubblico continua a ballare a una musica forsennata. Swan strangola la ragazza. La folla gode. L'autore avanza barcollando verso la ragazza, dopo che Swan e` stramazzato a terra e il suo cadavere viene portato in trionfo dalla folla. La folla toglie la maschera all'autore, che sta disperatamente tentando di raggiungere l'amata, nonostante la ferita mortale. Spira prima di poterla abbracciare. La folla danza ancora, lo show continua. La ragazza finalmente vince il terrore e capisce tutto. E si inginocchia al suo fianco.
Il "fantasma dell'opera" diventa nelle mani di Depalma un idealista della musica rock che si scontra con il business discografico. E` perdutamente innamorato di una ragazza che al momento opportuno si lascia pero` irretire come le altre dal fascino del successo. Il mito del Faust si insinua a due livelli: Swan ha venduto l'anima per l'eterna giovinezza, l'autore per sentir cantare la propria opera dall'amata. E nessuno die due puo` togliersi la vita, entrambi dipendono dalla distruzione di qualcos'altro, l'autore da quella di Swan e Swan da quella del filmato (riferimenti al cinema, al film stesso).
Mitologia medievale e rock, cinematografica (il Fantasma dell'Opera) e psicanalitica (la malattia ossessiva dell'amore per la ragazza), fumettistica (l'eroe in costume) si fondono.
Ma il grande accusato e` il pubblico, idiota demente meccanico crudele drogato di miti, inumano: una massa di androidi senza emozioni.
Depalma predilige scene rapide, montaggio vertiginoso e aggressivo. All'inizio usa un po' di humour, quasi parodistico. Le prime sequenze sono quasi slapstick, fino allo sfregio del volto. Poi il film diventa una tragedia filosofica colma di suspense.
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

Carrie (1976) is a horror movie. Carrie e` un'adolescente timida e appartata che alla fine di una partita di pallavolo, sotto la doccia, scopre il sangue mestruale. Si mette a strillare perche' non sa cosa sia e le altre ragazze le ridono dietro: piu` lei strilla e piu` loro la prendono in giro senza pieta`. L'insegnante interviene. La tensione della ragazza fa saltare una lampadina (e poco dopo spezza un portacenere). La ragazza non sa nulla del sesso perche' sua madre e` una bigotta che aborrisce tutto cio` che ha a che vedere con il sesso. Carrie torna a casa. Scoperto l'accaduto, la madre fa recitare alla figlia frasi della Bibbia per allontanare il male. La figlia e` spaventata, ma la madre non la ascolta e la chiude in un closet, dove Carrie manda in frantumi uno specchio semplicemente guardandolo.
L'insegnante punisce le altre ragazze, in particolare la bionda Chris, sfrontata e stupida, che giura di vendicarsi. Un'altra ragazza, Sue, chiede al proprio ragazzo, Tom, di invitare Carrie alla prom, ma con l'unico effetto di spaventarla a morte. Sue insiste con Tom e Tom insiste con Carrie finche' Carrie accetta.
Carrie chiede il permesso alla madre di andare alla prom. La madre le nega il permesso nonostante lei la supplichi. La madre glielo proibisce con un altro sermone invasato e ossessionato dal sesso.
Chris intanto sta tramando la sua vendetta con il suo stupido ragazzo. Hanno nascosto qualcosa sopra il palcoscenico.
Per la prima volta Carrie si ribella: si trucca, si mette un vestito da sera. La madre e` colta da una crisi isterica. Carrie la scaraventa sul letto ed esce.
Per Carrie la prom con Tom e` una serata stupenda, e Tom e` un gentiluomo, la fa ballare e la bacia teneramente. Ma le stanno preparando uno scherzo crudele. Alcune ragazze sono d'accordo per farla eleggere regina della prom. Lei piange di gioia mentre la incoronano. Persino l'insegnante si emoziona. Chris e` venuta a vedere il trionfo di Carrie da dietro le quinte ed e` la prima a rendersi conto che qualcosa non va ma l'insegnante non capisce cio` che le sta cercando di dire e la butta fuori. In quel preciso momento la perfida Chris tira una corda e rovescia vernice nera sulla regina e il secchiello sul ragazzo: tutto il pubblico scoppia a ridere mentre il ragazzo e` stordito a terra. (La scena e` ripresa al rallentatore e senza sonoro finche' la gente scoppia a ridere).
I poteri telepatici di Carrie si scatenano: spegne le luci, blocca le porte, apre gli idranti, e causa esplosioni elettriche che fulminano tutti. Impetrita sul palcoscenico, Carrie continua a scatenare le sue forze soprannaturali. La gente urla invano. Divampa il fuoco. Chris e il suo ragazzo hanno assistito impotenti al massacro dalla finestra.
Carrie esce come una zombie dalla porta, lasciandosi l'incendio alle spalle. Chris tenta di investirla ma Carrie con uno sguardo fa sbandare ed esplodere l'auto. Carrie torna a casa camminando come un automa.
La madre, completamente impazzita, ha acceso candele dappertutto. Farnetica della prima e unica volta che fece l'amore con suo marito. Carrie cerca affetto fra le sue braccia ma la madre la respinge come un demone e la pugnala alla schiena con un coltello. Sta per finirla sorridendo quando Carrie scatena i suoi poteri e le scaglia addosso una decina di coltelli che la crocefiggono. Mentre la casa vola e prende fuoco, Carrie si chiude nel closet con il cadavere.
Sue e` viva, ma e` colta da incubi...
Il film e` tre film in uno: una commedia di situazione per adolescenti, in cui un gruppo di studenti sciocchi si prende gioco di un'innocente, un dramma psicologico in cui una donna e` paranoica nei confronti del sesso, e un thriller in cui la figlia finisce per uccidere la madre. L'horror si scatena soltanto alla fine, alla festa. Ma era stato preparato da altri due picchi di orrore: la crudelta` delle ragazze nei confronti di Carrie, e la crudelta` della madre nei confronti della figlia.
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

Obsession (1976), piu` che un thriller, e` una tragedia del tradimento. Un businessman, che spartisce la sua societa` con un amico, viene ricattato da una bionda che gli ha rapito la moglie e la figlia. Seguendo i consigli della polizia, il businessman consegna una valigia piena di carta straccia, invece che di denaro, ma i banditi riescono a fuggire con gli ostaggi e si schiantano contro un autocarro. L'uomo, sconvolto dalla tragedia, fa erigere un monumento funebre alla moglie e alla figlia, e da quel momento vive per anni nel ricordo e nel rimorso.
Il socio lo invita a seguirlo a Firenze, la citta` dove conobbe la moglie, e li` l'uomo sembra riprendersi. Ma un giorno incontra una sosia perfetta della moglie e se ne innamora morbosamente, fino a decidere di sposarlo senza indugi. Nonostante l'opposizione di tutti gli amici, la porta in America e prepara le nozze. Il suo unico scopo e` ormai quello di rimediare all'errore commesso un tempo. Proprio il giorno delle nozze pero` la ragazza viene rapita, e di nuovo i rapitori chiedono un'ingente somma. Senza esitare, l'uomo decide di pagare, ma per ottenere il denaro deve cedere tutti i suoi averi al socio. Si precipita poi a consegnare la valigetta, con l'incubo di non ripetere lo sbaglio dell'altra volta.
Se non che' la rapita e` d'accordo con i rapitori (primo colpo di scena) e nella valigetta trova soltanto carta straccia (secondo colpo di scena) e il socio (terzo colpo di scena) la schernisce dicendole che non ha pagato neppure per lei, come se l'egoismo fosse stato la causa della prima tragedia e lo stesso egoismo l'avesse spinto a ripetere il medesimo gesto.
In parallelo la ragazza rivive allora i momenti della tragedia. Lei e` la figlia, che rimase nella casa quando i banditi fuggirono in auto con la madre e che venne segretamente ricattata dal socio, il quale la convinse che il padre fosse stato responsabile della morte della madre e avesse abbandonato lei. Da quel momento lei era cresciuta a Firenze, educata all'odio nei confronti del padre, aspettando il momento in cui vendicare la madre.
La storia del nuovo matrimonio e` stato soltanto un crudele trucco del perfido socio per trarre vantaggio dal culto dell'ignaro amico per la defunta. Ora ha ottenuto tutti gli averi dell'amico e si accinge a rispedire la ragazza in Italia, avendole oltretutto fatto credere che il padre l'abbia tradita di nuovo per egoismo. Sull'aereo la ragazza, a sua volta colta da rimorsi per lo spietato inganno ordito all'insaputa del pover'uomo, e conscia ormai di vivere una vita senza senso, tenta di suicidarsi.
Nel frattempo l'uomo, non vedendo tornare la rapita, si precipita sul posto dove aveva lasciato la valigetta e, resosi conto del contenuto fasullo, esplode in un urlo di dolore, sentendosi colpevole di un secondo omicidio, sentendo di aver fallito di nuovo nei confronti della moglie ritornata per concedergli una prova d'appello.
Si reca come uno zombie a casa del socio, che gli rivela la tresca (e` stato lui a scambiare valigetta), provocandogli un altro trauma. Il disperato si scaglia addosso del cinico e lo uccide con una forbiciata. Poi si arma di una pistola e corre all'aeroporto per uccidere anche la ragazza che non sa essere sua figlia. Arriva proprio mentre la stannno portando giu` su una sedia a rotelle (dopo aver fatto rientrare l'aereo), debolissima per il tentato suicidio. Lui le corre incontro per ucciderla, impugnando la pistola che nascondeva sotto la giacca, ma lei, vedendolo, pensa che voglia invece abbracciarla e si lancia a sua volta verso di lui sorridendo. Lei lo bacia e abbraccia e lui la lascia fare guardando nel nulla.
Prima che lui prema il grilletto, lei gli getta le braccia al collo e lo chiama "papa`".
Soggetto degno di una tragedia classica o di un romanzo di Dostoevsky, centrato su un malvagio razionale e demoniaco, da un complessato ossessionato alla follia dal fantasma della donna amata e da una bambina bisognosa di affetto che diventa una mostra-robot vendicativa (e quasi comette incesto).
La storia in piu` punti perde plausibilita`, ma il montaggio crea suspense e i colpi di scena si susseguono senza pieta`. Il montaggio parallelo in cui la ragazza, da un lato bambina con i rapitori e dall'altro donna con il socio-padrone, svela cio` che realmente accadde il giorno della tragedia e` un capolavoro di narrazione indiretta.

The Fury (1978), based on a Novel by John Farris, is one of his worst films.

Widower Peter (Kirk Douglas) is vacationing on an Israeli beach with his teenage son Robin and a friend, Childress. Suddenly, Arab terrorists open fire on the tourists. Peter manages to grab a gun and fight back, but seems to get killed and disappears in the sea. As soon as all the witnesses are gone, including Peter's son, Childress approaches the "Arab" who was filming the attack: Childress is the one who has ordered the attack. Peter resurfaces from the sea and shoots Childress.
Eleven months later two teenage girls in bikini, Gillian and her best friend, are walking on a crowded Chicago beach, followed by a demented bum wearing a suit and tie, Raymond. It turns out Raymond is a psychic hired by Peter to find his son, who was kidnapped by Childress. Raymond thinks that one of the girls is also a psychic and knows where the kid is. He makes a call to Peter, which is intercepted by Childress' men. They rush to Peter's hotel room, but Peter manages to escape from the window, wearing only his underwear.
Gillian, in the meantime, is being harassed by her schoolmates, who know of her psychic powers.
In the meantime, Peter has stolen some clothes, but the secret-service agents are still on his tail. He car jacks a police car and forces the two police officers to drive recklessly through the city. Eventually he has to dump them and drive into a lake in order to lose the posse. Then Peter makes contact with Hester, the only person who has helped him in his quest to rescue his son.
Gillian talks her mother into moving her to a school and clinic run by a world-famous expert in parapsychology. She immediately proves her superpower: by holding his hand, she sees that he pished a kid out of the window: Robin. The researcher's wife understands that she was telepathically in touch with Robin and wants to continue the experiment, but, of course, the researcher wants to send her back home. It turns out that Childress has been monitoring the school: he has been using Robin (who is still alive) because he is in charge of a program to use ESPs for top-secrete government missions, but now is interested in Gillian, who seems to be as good as Robin. Gillian is certainly the real thing: she makes bleed anyone who touches her; she hears Robin tell how he tried to escape and "fell" from the window. Robin is kept a prisoner and trained by the attractive doctor Susan, who also takes care of his sexual appetite.
Robin at the fair sees a group of Arabs enjoying a ride, and the memory of what he believes was his father's dead prompts him to take revenge: he uses his mental powers to make the merry-go-round explode. (It's a mystery why Robin the psychic can't see that his father is alive and very close).
Gillian is being drugged so she won't escape, but Hester gives her a chance to escape. The plan works, but causes the accidental death of Hester (Peter shoots the secret-service agent who is chasing Gillian and the car runs over Hester).
Gillian takes Peter to the villa where Robin is kept prisoner. Gillian can feel Robin and wants to help him, but Robin can feel Gillian and is afraid of her. Fearing that she will take his place and he will disposed of, Robin makes a jealousy scene to Susan. Using his mental powers he tortures her until her body explodes.
Betrayed by Gillian's screams, Peter and the girl are captured by Childress. When finally Childress lets Peter see his son, Peter finds him levitating near the ceiling, a cold expression in his eyes. Robin can't resist the tension and flies out of the window, and despite Peter's desperate attempt, falls from the roof and dies in Gillian's arms. Peter can't face the grief and he too jumps from the roof. Childress coldly asks his men to dispose of the two dead bodies.
The following morning Gillian makes Childress explode.
Home Movies (1979)
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

Dressed To Kill (1980) e` un altro thriller derivato da Hitchcok (Psycho) e diretto all'insegna di virtuosismi tecnici, erotismo e violenza.

Kate e` un'avvenente casalinga, sessualmente frustrata da un marito egoista, con un figlio genialoide (avuto dal primo marito). Si sfoga con Robert, il suo freddo e distaccato psichiatra, e gli si offre persino, ma Robert e` sposato. Al museo Kate, bisognosa di sentirsi attraente, e` lusingata da uno sconosciuto che le ha rivolto qualche occhiata e quasi lo insegue. Pentita, sta per andarsene quando lui, con il pretesto di un guanto che lei ha perso, la invita nel taxi dove la sta aspettando, e, senza preamboli, le mette le mani addosso. Kate, piacevolmente sorpresa, si lascia portare a casa sua. Nel mezzo della notte si riveste cercando di non farsi sentire, ma prima di uscire scorge per caso un certificato medico che attesta che l'uomo e` afflitto da sifilide e fugge in preda al panico. Nell'ascensore si rende conto di aver dimenticato l'anello sul comodino e torna sui suoi passi. Quando l'ascensore si apre, pero`, Kate si trova di fronte un travestito armato di rasoio che le si avventa addosso e la sgozza. Quando l'ascensore si riapre, ad attendere c'e` una sofisticata call-girl, Liz, con un suo cliente. Lui fugge subito, lei resta sgomenta a guardare il cadavere, e vede nello specchio in alto l'omicida nascosto che sta per colpirla. Riesce a ghermire il rasoio e a fuggire.
Poco dopo Robert rientra in casa e trova diversi messaggi sull'answering machine: uno e` di un travestito (Bobbi) che gli confessa di aver rubato il suo rasoio e di aver ucciso con quello. L'altro e` della polizia che lo avverte dell'assassinio della sua cliente. Quando Robert arriva alla polizia, il figlio genialoide ha gia` deciso di incaricarsi delle indagini e ascolta con un microfono il suo interrogatorio. Il commissario, rozzo e volgare, ha gia` ricostruito gli ultimi momenti della donna, e sospetta che il colpevole sia fra i clienti dello psichiatra. Ma questi rifiuta di fornirgli aiuto trincerandosi dietro il segreto professionale.
Il commissario sa anche che la ragazza e` una pregiudicata, e la scaccia in malomodo minacciandola di arresto se non gli porta l'uomo che era con lei quella sera. Ma lei non ha idea di chi fosse. Il ragazzo intanto prende nota di tutti coloro che visitano lo studio di Robert e progetta macchinari per spiare meglio. La ragazza invece e` pedinata, a sua insaputa, dal biondo travestito. Mentre il ragazzo ascolta via microfono una telefonata registrata dal transessuale sull'answering machine di Robert, sull'altra meta` dello schermo Liz sta prendendo un appuntamento di "lavoro" nel suo appartamento. Quando Liz esce dall'appuntamento, si rende conto di essere pedinata dal travestito. Semina l'inseguitore grazie a un tassista, ma lo ritrova davanti a casa propria. S'infila nella metropolitana, ma Bobbi la bracca approfittando di un gruppo di teppisti neri da cui sta fuggendo. Finisce dritta fra i suoi artigli, mentre i teppisti si dileguano. Sta per colpirla con il rasoio quando interviene il ragazzo con uno spray. Bobbi fugge. Il ragazzo e` certo di aver visto Bobbi uscire dallo studio di Robert. Liz e il ragazzo diventano amici e alleati.
La ragazza va a raccontare l'attentato al commissario e lo supplica di perquisire lo studio di Robert. Lui pero` non puo` farlo, ma le fa capire che dovrebbe farlo lei illegalmente. Lo psichiatra crede di sapere chi e` l'omicida e va a cercarlo nella casa di cura dove e` ricoverato dopo il cambio di sesso. Robert si confida con il dottore che ha in cura Bobbi.
La ragazza va a trovare lo psichiatra con la scusa di essere affetta da incubi, e poi gli si offre. Si spoglia. Lui e` timidissimo. Per non metterlo in imbarazzo, Liz lo lascia solo nello studio a spogliarsi. Liz approfitta pero` di quel pretesto per curiosare nell'archivio dello psichiatra. Trova il file che cercava. Fuori il ragazzo sta seguendo la scena sotto l'acquazzone con l'aiuto di un binocolo. Liz torna nello studio ma, invece di Robert, trova ad attenderla c'e` l'omicida pronto a sfozzarla. Il ragazzo la avverte bussando alla finestra, ma sarebbe la fine se qualcuno non sparasse e disarmasse Bobbi. Si tratta di una poliziotta che ha seguito tutto su ordine del commissario.
Bobbi e` lo psichiatra stesso, afflitto da sdoppiamento di personalita`, che deve uccidere tutte le donne che gli provocano attrazione sessuale. Il dottore dell'ospedale cura aveva in cura Bobbi il transessuale, afflitto da conflitti fra la sua parte maschile e la sua parte femminile, e, quando Robert si presento` a denunciare Bobbi, fu di fatto una confessione: il dottore tento` di avvisare la polizia, ma troppo tardi.
In ospedale Robert strangola un'infermiera, e la spoglia sotto gli occhi degli altri pazzi. Poi si reca a casa della prostituta. Liz sta prendendo la doccia, sente i passi (tutto filmato al rallentatore). E` lui vestito per meta` con gli indumenti dell'infermiera e le taglia la gola... ma e` soltanto un incubo. La ragazza si risveglia nel proprio letto.
Liz e` l'unico personaggio umano, sensibile e generoso. Gli altri (moglie, marito, amico occasionale, psichiatra, commissario) compongono l'affresco di un'umanita` cinica e depravata, tutti piu` o meno anormali.
Il film e` una specie di variazione in piu` movimenti su Psycho. I temi sono gli stessi, ma sono stati rimescolati.
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

Blow Out (1981)

Una guardia che spia dalla finestra un party di ragazze seminude. Alla musica e` sovrapposto il respiro ansimante del maniaco che uccide la guardia e poi entra in casa. Il posto pullula di avvenenti ragazze. Il maniaco, riflesso nello specchio del bagno, uccide una ragazza che sta facendo la doccia, e la ragazza emette un gridolino ridicolo.
Si tratta di un film in corso di produzione. Jack e` il tecnico degli effetti sonori, che viene incaricato di generare un urlo degno della scena.
Jack, che ha un laboratorio di strumenti sofisticati, si mette al lavoro. Il suo lavoro consiste nel registrare suoni e classificarli nel suo archivio. In televisione parlano delle prossime elezioni, che il governatore sembra destinato a vincere facilmente. (Lo schermo e` diviso in due, da un lato le apparecchiature di Jack e dall'altro il notiziario televisivo). Jack, armato di microfono, registratore e cuffie, si reca di notte in un posto solitario a registrare suoni. Assiste cosi` a un incidente stradale: un'auto sbanda e finisce nel lago. L'uomo e` morto ma la donna e` viva. Jack la salva e la consegna alla polizia.
Jack va a visitare la ragazza in ospedale e lo trova assediato dai reporter: la vittima e` proprio il governatore che era destinato a diventare il prossimo presidente. Un amico e collaboratore del governatore chiede a Jack di mantenere il silenzio sulla presenza di una ragazzina nell'auto, e gli rivela che la polizia ha gia` acconsentito a nascondere le circostanze imbarazzanti della sua fine.
Jack deve cosi` prendersi cura della ragazza, Sally, a casa sua. Riascoltando il nastro, pero`, Jack si rende conto che prima dell'incidente qualcuno aveva sparato un colpo. Jack controlla l'auto e scopre il buco del proiettile in uno dei pneumatici. Quando si riprende, la stupida e naif Sally e` offesa dalle insinuazioni di Jack e se ne va. Poi Jack sente per televisione che un fotografo sostiene di aver scattato foto dell'incidente e si rende conto che si tratta di una colossale montatura.
Jack tenta di spiegare alla polizia l'accaduto, ma il detective ha poco interesse ad aprire un'indagine. Inoltre qualcuno cancella tutti i nastri di Jack. Intanto gli studio continuano a cercare una ragazza che emetta l'urlo di cui hanno bisogno per completare il film.
Jack si mette a indagare di persona e scopre che il fotografo aveva preso fotografie compromettenti della coppia, ovvero Sally, in combutta con il fotografo, era in quell'auto per incastrare il governatore e poi ricattarlo. Jack va a trovarla e le spiega che qualcuno sta tentando di far scomparire tutte le prove, e lei potrebbe essere la prossima. Infatti qualcuno ha ucciso una ragazza scambiandola per Sally.
Invano Jack tenta di convincere la polizia, ma da solo scopre che l'uomo politico e` stato oggetto di una congiura tesa a rovinarne la reputazione. Un reporter televisivo crede alla storia di Jack e vorrebbe dedicargli una trasmissione, ma Jack non ha piu` le prove. Jack convince pero` Sally che il fotografo ha tentato di ucciderla quella sera nell'auto e Sally accetta di sottrargli i negativi delle fotografie, quelle vere. Poi Jack chiama il reporter televisivo, ma qualcuno sta registrando la sua telefonata, e poi la telefonata con cui avverte la ragazza che tutto e` a posto. L'uomo che ha ascoltato tutto telefona a Sally spacciandosi per il reporter e le da` un appuntamento alla stazione per farsi consegnare il film. Sally pero` prima va a trovare Jack e Jack annusa puzza di bruciato: fa una copia del film e nasconde un microfono nei vestiti della ragazza. Sui giornali e` comparsa la notizia dell'assassinio della ragazza che assomiglia a Sally, ma Jack e Sally non li hanno visti. L'uomo che si spaccia per il reporter porta pero` la ragazza su un treno della metropolitana e Jack, che non fa in tempo a saltare sul treno, li deve inseguire in auto. A causa di una parata, Jack finisce pero` dentro la vetrina di un negozio. Stordito, viene coricato in un'ambulanza, ma si riprende in tempo per sentire che l'assassino sta per uccidere Sally. Jack li trova sotto i fuochi artificiali, blocca la mano dell'assassino che stava per accoltellarla e lo pugnala con lo stesso suo coltello, ma la ragazza e` ` gia` morta strangolata e il nastro e` distrutto. La televisione da` la notizia che un'altra ragazza attraente e` stata uccisa da un assassino misterioso.
Sul nastro di Jack e` rimasto l'urlo della ragazza. Jack vende quell'urlo al regista, che puo` cosi` completare il suo film.
Sull'omicidio dell'uomo politico rimarra` il segreto, perche' assassino, prove e testimone sono scomparsi e i media credono che a uccidere il mostro sia stata la ragazza nel difendersi.
Scarface (1983) Body Double (1984) Wise Guys (1986) Untouchables, The (1987) Casualties of War (1989) Bonfire of the Vanities, The (1990)
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

Raising Cain (1992) is not interested in the (preposterous) plot, or in the (cartoonish) characters, but only in a fantasy-like sequence of nightmares, flashbacks and delusions. DePalma turns his favorite trick (confusing dream and reality) into an entire film. DePalma steals as usual from Michael Powell's Peeping Tom and Alfred and Hitchcock's Psycho. Carter and his child accept a ride offered by a neighbor, apparently intrigued by her little daughter in the back seat. Then Carter kills the woman and is panicking when his alter ego appears and helps him dispose of the corpse. At home he is sexually aroused by his wife, Jenny, and constantly monitors their little daughter Amy through a camera.
Carter, visibly disturbed, visits his father in a motel, and they discuss what Carter is doing: he is a monster who steals toddlers for a psychological experiment.
In a shopping mall his wife has the vision of a gentleman, Jack, like a platonic secret fantasy. Then she walks to a park and tells a friend that she's about to meet Jack. Jack does show up but... Jenny wakes up in the middle of the night because her daughter is crying. Jenny's secret life is only a fantasy, but it is presented as reality. Therefore, it is not clear if Carter's secret life is dream or reality.
The evidence is that Carter is a devoted husband and father. And he is also a child psychologist who has taken two years off to study his own daughter.
Jenny is a physician who fell in love (or dreams of having fallen in love) with a patient's husband, Jack, but they are still haunted by the guilt that the woman died while they were kissing. Jenny drives to Jack's apartment at night and makes love to him. She has an accident on the way back and is killed, but... she wakes up in the middle of the night. The whole story about Jack feels like a soap opera.
Carter strangles her in bed... but Carter is following her while she walks hand in hand with Jack in the park. Cain shows up behind a tree and promises to take care of the unfaithful wife, who is having an orgasm. Cain sends Carter home and steals a baby from a babysitter. Then kills the babysitter and puts the corpse in the trunk of Jack's car, in order to frame him. Carter wakes up near his wife who is sleeping... Carter kills his wife letting her drown inside the car in the lake at sunrise. Jack wakes up alone in his apartment and finds the present that Jenny left for him in a drawer.
Jenny and Amy disappear and Carter calls the police. He tells them that a man was hanging out at the playground even if he did not have a child. The police suspect that a serial killer is killing women and children in the park, and Carter is trying to frame Jack. A retired officer, Mac, warns the detectives about Carter's father who twenty years before was suspected of stealing babies. An old student of Carter's father explains what the mad scientist was trying to achieve: create a multiple-personality being. Stealing babies would make sense because he needed more "cases" in order to complete the experiment. Carter/Cain is obviously the result of his father's experiment.
The police find the corpse in Jack's car and arrests him.
At home Carter sees via the camera that Jenny is in the house. She must have survived. She attacks him with a knife and forces him to confess that Amy is at his father's house. Jenny has always believed that his father was dead.
The police arrest him, but he refuses to reveal where Amy is kept. His father's student hypnotizes him and discovers many more personalities hidden inside his mind. Jenny sees the woman leave the police building and follows her, unaware that Carter has taken her clothes and her hair and left her unconscious in the police room.
Carter, dressed like the woman, drives to the motel where his father lives. Jenny follows him inside the elevator armed with a knife. The elevator door opens and Carter's father appears holding Amy and a gun. The police and Jack arrive while the old man is declaring "I don't even exist" and defiantly forcing the woman to put down the knife. But Carter attacks him from behind with the same knife and kills him. The old man drops the baby from the second story, but Jack runs and grabs her. Carter walks away undisturbed, since nobody recognizes him.
Jenny moves in with Jack and life seems back to normal. But one day at the park Amy runs away and claims that daddy is there. Jenny laughs, but Carter, still dressed like a woman, is right behind her.
One long delirium tremens. The last scene is reminiscent of Dario Argento's Tenebrae

Carlito's Way (1993) is a gangster-movie inspired by the film noir of the 1940s, transposed into the discos of the 1970s. The protagonist is a man who tries to redeem himself but cannot escape his destiny.

The story is told by Carlito himself as he is dying after someone shot him.
Released from jail, drug-dealer Carlito decides to stay out of crime. He runs a disco (his goal is to make enough money to retire at the Bahamas) and is disgusted by what drugs have done to his friends. He regains the affection of his stripper girlfriend, keeps his bodyguard from killing a hothead from the Bronx (who may remind him of his own youthful arrogance), but things go beserk on all fronts. His attorney is in trouble with the mob and Carlito agrees to help him run away on a boat. The attorney is eventually killed and Carlito is next on the list.
Carlito decides to elope with his girlfriend and gives her an appointment at the train station.
But Carlito is chased by the gangsters into the station, where he manages to kill all of them, but right when he is about to board the train the old punk from the Bronx shows up and shoots him. Carlito has been betrayed by his faithful body guard, the last in a long series of betrayals.
Carlito is dying. He concludes the story and closes his eyes.
A very minor movie in DePalma's career. A so-so study of character, with a predictable plot and forced ending.

Mission: Impossible (1996)

Snake Eyes (1998)

Mission to Mars (1999), recensito da Lorenzo Casaccia: Una delle grandezze del cinema e' quella di far sognare lo spettatore, e portarlo in luoghi che altrimenti non vedrebbe. Grazie al cinema tutti sono stati nella foresta amazzonica, al polo o negli abissi dell'oceano. Dopo la missione Pathfinder, uno dei sogni e' sicuramente quello di mettere piede sui Marte. Dopo non piu' di venti minuti l'obbiettivo del film si e' ridotto a questo (e comunque gia' non sarebbe male), siccome per il resto la trama ha gia' dispensato una quantita' record di banalita'. Ma quando poi anche questo obbiettivo fallisce (era piu' spettacolare il pianeta fantastico di Pitch Black), di Mission To Mars non resta molto da salvare. La prima missione umana su Marte (di cui la sceneggiatura dribbla prudentemente l'ammaraggio) e' spazzata via da una specie di ciclone che rivela una immensa costruzione in pietra, raffigurante un volto alieno. Una missione di recupero ritorna sul pianeta rosso e finisce per scoprire il mistero della vita sulla Terra. In realta' il film non regge da nessun punto di vista. Che De Palma amasse le citazioni (a partire dalla carrozzina de Gli Intoccabili) era forse noto, ma qui si e' ben vicini al plagio. L'ultima mezz'ora e' una copia (ridicola) di un capolavoro quale 2001 Odissea Nella Spazio, che comunque viene ricalcato per tutto il film. Le fattezze del marziano sono quelle del presunto alieno di Rockwell. L'equipaggio e' composto in una maniera cosi' politically correct da essere irritante. Persino la musica fatta con il DNA e' una idea gia' realizzata anni fa (da Susan Alexjander). Almeno Indipendence Day era sfacciatamente senza pretese quando mostrava la bandiera a stelle e strisce. Brian De Palma, un tempo un regista il cui nome voleva dire qualcosa, tenta di tanto in tanto di salvarsi facendo roteare e planare la macchina da presa, andando pero' a scimmiottare ancora Kubrick. E' difficile da immaginare che questo film possa essere apprezzato da chiunque abbia piu' di 12 anni e/o abbia visto piu' di dieci film che non siano Rambo e Rocky. (4/10)

Mr. Hughes (2000)

Passion (2013) is a terrible remake of Alain Corneau's thriller "Love Crime".

If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.

What is unique about this music database