Abel Ferrara


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

King of New York (1990) Una prigione, dietro il cancello Frank White, che e` appena stato rilasciato. Una villa privata, un altro cancello.
Un uomo ispanico circondato da donne svestite e ubriache. Esce per fare una telefonata, lo massacrano e gli lasciano un giornale in cui si parla di Frank White libero. White sta viaggiando in auto con due donne sexy, bella bionda e una nera. E` notte, Passano per la zona delle prostitute. In un lussuoso hotel presso l'aeroporto un gruppo di drogati contratta un'acquisto di droga da un ispanico. Lui vuole di piu` del solito, loro massacrano lui e i suoi uomini.
A casa di White la donna arma la pistola e gliela mette nelle tasche dei pantaloni mentre lui si fa la doccia. La nera gli mette la pistola in tasca e annuncia la visita degli stessi drogati. Festeggiano il suo ritorno.
White si reca in un club frequentato dai suoi amici. E` una celebrita`, tutti gli rendono omaggio. Lui si siede al tavolo di una vecchia amica avvocatessa. Chiacchiera con lei e chiede a un suo amico di combinare un incontro con un boss italiano, Johnny. Intanto lui, Frank, porta l'amica sulla metropolitana a far l'amore in un vagone. Arrivano tre teppisti. Invece di spaventarli con la pistola, gli offre di lavorare per lui.
Frank va a trovare Johnny accompagnato dai drogati neri e dalle due donne sexy. Johnny non si piega e Frank lo massacra.
Frank a teatro con l'amica. Poliziotti in borghese lo arrestano e lo portano in una zona desolata, dove gli fanno vedere l'ispanico morto che tengono nel trunk. I poliziotti lo conoscono bene e non usano mezze maniere nel trattare con lui. Si comportano come gangster.
Un poliziotto anziano e malato passa le notti a consultare gli archivi sul computer.
Un uomo di Frank contratta (in un cinema in cui stanno proiettando un film muto dell'orrore) con un orientale che ha droga da vendere. I tre poliziotti arrestano due dei neri drogati che lavorano con Frank.
Frank vuole lanciare una carriera politica e si reca a visitare un ospedale a cui il sindaco vuole dare i fondi necessari. Lo accompagna l'orientale, cosi` possono contrattare in persona indisturbati.
Ma i neri vengono rilasciati subito per l'intervento dell'amica di Frank. Il poliziotto che indaga al computer la fa sentire in colpa, come se si conoscessero da tempo.
In un vicolo di Chinatown gli uomini e le donne di Frank compiono un massacro e catturano l'orientale vivo. Si fanno consegnare la droga, bidoni e bidoni di droga.
Frank dona i fondi per la costruzione del nuovo ospedale. I poliziotti si rodono il fegato che Frank e` diventato una celebrita`. Il poliziotto piu` giovane propone di uccidere Frank facendo credere che si sia trattato di una gang rivale.
Orgia sfrenata a casa di Frank: musica, sesso e droga. Frank e` fuori con l'amica, non si mescola mai agli altri.
Il poliziotto anziano accusa l'avvocato di Frank di proteggere un criminale responsabile di cosi` tanti omicidi.
Al culmine dell'orgia. Un nero viene a contrattare un acquisto. In realta` fa parte di una gang che, grazie a un traditore, irrompe nella casa e si mette a sparare all'impazzata. Frank salva il suo fedele nero e insieme scappano in auto. Tolgono la maschera a uno degli inseguitori che si e` aggrappato alla portiera e riconoscono un poliziotto. Evidentemente il poliziotto giovane ha messo in atto il suo piano. Inseguimento in auto in zone desolate in piena notte. Frank e` calmissimo e riesce a liberarsi degli inseguitori. Il poliziotto giovane e un partner continuano a girare e a cercare la sua auto sotto la pioggia. Trovano il nero: il partner viene ucciso, ma il poliziotto giovane ferisce il gangster. Il gangster si contorce dal dolore mentre il partner del poliziotto giovane sta agonizzando. Il poliziotto giovane finisce il gangster con un un colpo alla fronte.
Al funerale dei due poliziotti il poliziotto giovane viene ucciso da Frank in persona, davanti a centinaia di poliziotti. Intanto i suoi uomini stanno torturando il traditore. Frank gli fa confessare di averlo tradito per denaro e ne ordina freddamente l'esecuzione.
Il poliziotto anziano rientra a casa e trova Frank ad aspettarlo. Frank gli spiega che i criminali da lui ammazzati non meritavano da vivere, erano esseri senza morale. Ha speso meta` della sua vita in prigione. Il poliziotto gli rinfaccia di volere il monopolio della droga. Frank gli risponde che non e` colpa sua se la gente si vuole drogare. Lui e` soltanto un uomo d'affari. Ammanetta il poliziotto prima di andarsene, ma il poliziotto si libera e lo insegue nella metropolitana. Lo trova, i due si scambiano minacce. Sembra essere diventata una storia personale fra i due. Il poliziotto potrebbe sparargli, ma da` a Frank il tempo di prendere un ostaggio. Frank lo uccide con facilita`. Poi lascia la metropolitana con calma.
Frank fra la folla, mentre sfrecciano le ambulanze. Sale su un taxi immobilizzato nell'ingorgo. Frank e` ferito al petto. La polizia lo circonda. Ma Frank spira nel taxi.
Bad Lieutenant (1992) In un quartiere piccoloborghese il poliziotto accompagna i figli a scuola. E` un corrotto, tossicodipendente, rotto a tutte le esperienze, che scommette sulle partite di baseball. Il film segue il progressivo deteriorarsi della sua salute mentale, man mano che diventa sempre piu` succube della droga. Passa le serate o con l'amante a drogarsi oppure ubriaco a improvvisare orge con prostitute. Qualcuno violenta una suora in una chiesa. Il suo comportamento sul lavoro e` sempre piu` indecente: tenta di intascare la droga che trova dentro un'auto, lascia andare due rapinatori tenendosi la refurtiva, ferma due ragazzine senza patente e le minaccia di arresto se non lo eccitano mentre si masturba di fronte a loro in strada. E` nei guai per le scommesse, e cio` contribuisce a deprimerlo e a renderlo piu` succube della droga. Sempre piu` patetico. Le indagini sulla suora languono. La suora non parla. Si confessa, ma rifiuta di fare i nomi dei due ragazzi. Anche al poliziotto dice che li ha gia` perdonati e in fondo sono bravi ragazzi. Il suo autentico spirito cristiano lo colpisce. In chiesa lui rimane solo a piangere. Vede Gesu` sceso dalla croce sanguinante. GLi grida "Where are you?". CHiede perdono. Si aggira per la citta` con sottobraccio una scatola piena di soldi, frutto di una delle sue tante attivita` illegali. Una donna gli offre il tip per arrestare i due ragazzi che hanno violentato la suora. Vorrebbe punirli, ma non ci riesce: la suora li ha perdonati. Li porta alla stazione degli autobus, li libera e gli da` la scatola con i soldi.
Un'auto si accosta alla sua e lo ammazzano. Alcuni passanti curiosi si fermano a guardare il cadavero riverso nell'auto.
Il film ha come tema l'assenza di dio. Anche quando lui ritrova un minimo di moralita`, anzi proprio allora, dio non c'e`, e lui viene ammazzato. Basta un attimo di distrazione ed e` lui la prossima vittima.

The Addiction (1995)

L'azione e` ambientata nei bassifondim fra drogati e teppisti. Girato in bianco e nero, come se fosse un documentario. Due studentesse guardano un documentario sul Vietnam e poi ne discutono. Kathleen, una delle due, timida e emotiva, viene interrogata da una vampira che e` furibonda perche` K non le ha detto di andarsene. La vampira la porta in uno scantinato e la morde al collo. Dopo che l'ospedale l'ha bendata, K torna a casa, e piange da sola. Dura una lezione di filosofia, K sputa sangue. La ricoverano di nuovo in ospedale. La notte se ne va. Con l'amica va a vedere una mostra fotografica dell'olocausto. La notte va a sfilare il sangue da un barbone addormentato con una siringa e se lo inietta nel braccio. Di giorno deve portare gli occhiali scuri. Invita il professore di filosofia a casa sua, lo eccita, gli offre cocaina e gli fa la trasfusione. In biblioteca fa amicizia con una studentessa, la porta a casa e la morde. E` diventata un cinico, freddo animale. La vittima successiva e` un teppistello nero che l'ha presa di mira da tempo. Lei ha una forza disumana, lo getta per terra e lo morde. A suo modo, K tenta di confidarsi con l'amica del cuore. La supplica di scacciarla, ma l'amica si limita a supplicarla di lasciarla in pace: K la morte. Incontra un personaggio eccentrico, P, che la porta nella sua soffitta e le parla come se conoscesse il suo segreto, e se fosse anche lui un vampiro. La differenza e` che lui ha ancora controllo sul proprio impulso, e` ancora umano: non e` ancora "addicted". E` lui a mordere lei. Lei si trascina in bagno e si taglia le vene. Ma lui le dici che non puo` uccidere cio` che e` morto...La tratta con disprezzo, come una vittima non un carnefice. Lei si trascina fuori, barcollando come una drogata in astinenza. Un passante si ferma a soccorrerla e lei lo morde selvaggiamente: e` affamata. Quando e` lucida, K medita sul male, e capisce come l'olocausto possa essere accaduto: "pecco ergo sum". E` ancora una filosofa. Alla tesi di laurea usa quelle illuminazioni e si laurea brillantemente. Nel nuovo stadio e`, apparentemente, una donna elegante, calcolatrice, sicura di se`. Un predicatore le dice che dio la ama, e tanto basta a causarle le convulsioni. Al party della laurea invita tutti quelli che ha morso. L'amica del cuore, anche lei vampira, l'aiuta a procurarsi una vittima e spartisce il boccone con lei. Si avvventa davanti a tutti su uno dei professori e gli altri vampiri seguono l'esempio, accentandosi su tutti gli altri. Si scatena un'orgia di sangue, letteralmente. Dopo l'orgia, K si aggira per le strade, come un'ubriaca. Quando crolla, la portano in ospedale. Quando si risveglia, sotto un crocefisso, sembra ridiventata se stessa, sembra voler uscire dal circolo vizioso, ma la vampira che l'ha convertita e` li` a ricordarle che non c'e` via d'uscita. Un prete va a trovare e le somministra la comunione. K puo` cosi` morire. A mettere il fiore sulla sua tomba e` lei stessa... New Rose Hotel (1998), based on William Gibson's cyberpunk story,
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.

What is unique about this cinema database