Louis Feuillade
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Louis Feuillade, il braccio destro di Gaumont, proseguì nell'industrializzazione del cinema fino a inventare il serial, film per lo più imperniati sulle avventure di un personaggio fisso che hanno il doppio vantaggio di essere interminabili (le vicissitudini del protagonista possono essere iterate all'infinito) e di rivolgersi a un pubblico già coinvolto (ha già scelto la sua parte ed è ansioso, curioso di ripeterla). Realizzò così ottocento film di circa dieci minuti l'uno. Feuillade interpretò il cinema come l'arte popolare del suo tempo; perciò riprese il popolo per il popolo: portò la macchina da presa nelle strade rifiutando l'artificio del teatro e imbastì racconti naturalistici sulla vita quotidiana.

Dal 1906 al 1912 diresse film comici in cui la risata scaturisce da un fatto comune, qualcosa che succede tutti i giorni in tutte le famiglie; i migliori furono quelli della sere Bébé, dedicate appunto ai bambini in cui Feuillade sfrutta fino in fondo le sue risorse di trucchi e di inseguimenti.

La vita vissuta è protagonista totale della serie La vie telle qu'elle est, che illustra storie sincere e un po' patetiche; il pubblico si rivide nei suoi gesti quotidiani e si commosse. Nel 1913 prese il via Fantomas, serie di cinque film dedicati al primo re del crimine, un bandito in cappuccio e calzamaglia che terrorizza Parigi e a cui dà la caccia il poliziotto Juve#; il soggetto era tratto fedelmente dai romanzi omonimi, l'ambientazione era ortodossa zoliana. Fantomas era il primo poliziesco, ma anche il primo cinema che riusciva a fondere realtà e fantasia, estasiando tanto i naturalisti quanto i surrealisti. Vena lirica e squarci sociali, thriller e documentario, tragedia e soprannaturale contribuirono a fare di Fantomas una delle opere cinematografiche di maggior successo e influenza. Ma il capolavoro di Feuillade è Les Vampires, film di dieci episodi la cui protagonista era una donna affascinante, contesa dai capi di due bande rivali; sceneggiato da Feuillade stesso, il film accentuava il gusto per i paesaggi sinistri e le atmosfere cupe, conservando al tempo stesso il carattere di documento sociale e di costume dell'epoca e risultando più efficace nella regìa e pervaso da una sottile vena di umorismo. Paragonato ai romanzi cavallereschi, ai racconti libertini e al romanzo d'appendice nel novero dell'arte popolare, Les Vampires contiene lo spirito con cui gli intellettuali vivevano i desolati anni della prima guerra mondiale. Juder, due serie di dodici episodi, ciascuna cadde invece nei difetti più vistosi dei feuilleton, presentando questa volta un melodrammatico difensore della giustizia, che alla fine riesce anche a sposare l'amata. Gli ultimi film furono storie patetiche, tese a strappare lacrime e sorrisi di tenerezza, come Les Deux Gamins, Tih Minh, ambientato in una sinistra riviera e con lieto fine, Barrabas, con i bassifondi alla conquista del mondo e una trama tanto complessa quanto spettacolare, ma nel dopoguerra la stella di Feuillade declinò velocemente; smise di girare nel 1925.

Fu il primo regista della folla, il primo a studiare il costume e a valorizzare il paesaggio; ed inventò un ricco repertorio di situazioni per il poliziesco e il cinema dell'orrore.

Con lui il cinema abbandona definitivamente il teatro, e si appropria del pubblico del romanzo d'appendice; ma Feuillade non si limita a scegliere il romanzo (e quindi la trama) invece del teatro, sfrutta anche l'elemento in più del film: l'immagine immediata: mentre il romanziere deve impiegare parecchie frasi per costruire visivamente la scena nella mente del lettore, perdendo così tempo prezioso, il regista può descrivere un intero ambiente con pochi fotogrammi, ottenendo così di provocare un effetto più profondo e preciso e di incalzare lo spettatore con una più veloce successione di azioni, senza perdere nulla dell'atmosfera del paesaggio.

Il cinema d'appendice giunge al suo punto di massima perfezione e Feuillade ne esaurisce tutte le risorse, dopo avergli dato la forma più idonea.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.

What is unique about this cinema database