Harmony Korine


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
Harmony Korine

Il fotografo Larry Clark dirige Kids (1995), una storia di vita adolescenziale a Manhattan nell'era dell'AIDS e delle droghe, su sceneggiatura di Harmony Korine. Le due epidemie troneggiano sulle scappate amorali dei ragazzini che sottendono in ultimo un desiderio di morte.

Gli unici personaggi del film sono ragazzini. Telly sta sverginando una ragazza. Poi esce con l'amico Casper e gli racconta i suoi exploit sessuali. Il suo passatempo preferito e' andare a letto con le vergini. Rubano una bottiglia di alcool da un negozio e riempiono di epiteti razzisti il proprietario orientale. A un party i ragazzi parlano delle ragazze mentre guardano un video di skateboard. Le ragazze discutono dei trucchi che i ragazzi usano per portarle a letto la prima volta. Le ragazze sembrano prediligere il sesso brutale. Due delle ragazze, una nera e una bianca (Jenny), vanno a fare il test dell'AIDS. La nera ha avuto otto uomini e quattro rapporti anali. Jenny ha avuto soltanto un uomo: Telly. Jenny risulta positiva. Telly ruba soldi alla'madre mentre questa sta allattando il neonato. Poi esce con Casper e va a comprare un po' di droga. Si aggregano a un gruppo di ragazzi. Picchiano un nero che passava: Casper lo finisce sfasciandogli la faccia con lo skateboard. Vanno tutti in piscina. Telly riesce a portarci anche una vergine che gli piace. Jenny a zonzo alla ricerca di Telly. In piscina le ragazze lesbiche si baciano ed eccitano i ragazzi, mentre Telly seduce la verginella. Jenny va in discoteca, un amico le fa vedere due gruppi di persone che si baciano a catasta, poi le fa prendere una pillola allucinogena. Telly e gli altri vanno a un party, dove Telly riesce ad appartarsi con la verginella, che prima gli resiste ma poi lo lascia fare. Jenny arriva al party, sempre alla ricerca di Telly. Quasi tutti stanno dormendo, Casper le indica la stanza dove Telly sta facendo l'amore. Jenny apre la porta e vede la verginella che soffre. Ma non dice nulla: chiude la porta e va ad addormentarsi esausta su una poltrona. Casper ne approfitta per fotterla selvaggiamente. Questi ragazzi passano tutto il tempo a fare l'amore, ubriacarsi e drogarsi. Inquadrature bizzarre. Racconto ellittico, senza entusiasmo. Realismo feroce.

Lo stile onirico di Korine-regista si rivela con Gummo (1997), uno squarcio sociale di un sobborgo della provincia Americana dopo che il tornado ha distrutto non soltanto le case ma anche il tessuto sociale. Cio` che rimane sono orde di ragazzini, nani e mostri assortiti che si aggirano nella citta` come se si trattasse di un porcile. Korine cerca lo schifo a tutti i costi. Ancora una volta a dominare e` il senso di degrado morale, che si accompagna alla miseria materiale. La differenza e` che il linguaggio e` quello anarchico e violento di Korine, non quello estetico di Clark.

Julien Donkey Boy (1999) si attiene ai dettami del "Dogme 95": cinepresa a mano, niente effetti speciali, niente costumi, suoni registrati sul set. Korine fa pero` un uso persino eccessivo di trucchi di fotografia, dal ralenti` (slow motion) al freeze-frame. L'intero film e` fotografato attraverso filtri colorati e granulari.

Julien e` un idiota schizofrenico. Nella prima scena ha un alterco con un bambino a proposito di una tartaruga che hanno trovato nel bosco: uccide il bambino e lo seppellisce nel fango. Mentre scava nel fango, pronuncia frasi religiose. Ma non e` chiaro se si tratti di un fatto reale o di una delle sue allucinazioni.
Una rapida serie di flash introduce la famiglia di Julien: una ballerina che si esercita, un uomo di mezza eta` che beve guardando la televisione, un atleta che si allena salendo le scale con le braccia. La famiglia si riunisce ogni sera per cena. Il padre e` un immigrato tedesco un po' sadico che ogni tanto si lascia andare a lunghe digressioni da intellettuale. Il fratello Chris aspira a diventare un campione di lotta. Il padre si eccita guardando la televisione, ora con una maschera antigas sul volto, ora ingoiando sciroppo contro la tosse. Le attenzioni del padre sono quasi tutte per Chris, che ha cresciuto perche' diventi un "winner". La sorella Pearl e` incinta. Rifiuta di rivelare chi sia il padre, ma i flashback fanno vedere Julien che balla in una discoteca.
Inquadrature rapide e nevrotiche fanno vedere Julien che gioca a bowling con gli amici, che blatera solo sul marciapiede, che si confessa in chiesa, che delira di guerra con in mano un fucile, che si diverte in piscina. Il padre gioca a carte con un nano a cui mancano le braccia. Non solo usa i piedi come se fossero mani, ma e` anche dotato di poteri soprannaturali, perche' riesce a pescare sempre l'asso. E` persino capace di suonare la batteria con i piedi. Anche la ballerina, la cui immagine sfocata e frantumata, compare di continuo fra una scena e l'altra, e` dotata di poteri insoliti, in quanto e` cieca.
La sorella telefona a Julien e gli fa credere di essere la madre. Julien si commuove parlandole.
A una festa di compleanno un commediante ingurgita sigarette accese. Julien lava i piedi alla ragazzina semicieca.
Il padre e la sorella costringono Chris e Julien a fare la lotta in salotto, ma Julien si mette a piangere.
L'immagine spesso si ferma o procede in maniera discontinua. Anche l'audio a un certo punto perde consistenza e sembra imitare le immagini.
La sorella sta imparando a suonare l'arpa, ma il padre la detesta. Le da` della puttana. Julien la difende. Il padre lo obbliga a schiaffeggiarsi da se`.
Al pattinaggio la sorella confida alla cieca "I wish I were deaf. The world is just too loud". Poi cade e perde il bambino, mentre la ragazzina continua le sue evoluzioni acrobatiche.
Julien si fa consegnare il bambino (e` il suo bambino) e se lo porta a casa.
Il vero soggetto del film sono i pensieri (confusi, frammentari, circolari) di Julien. La realta` viene filtrata attraverso la sua mente e riproposta come flash di emozioni. Ancora una volta l'ambientazione e` quella di un appartamento suburbano, di un quartiere povero.
Mister Lonely (2008) and Trash Humpers (2009) were minor films.

Spring Breakers (2012) would like to be a Quentin Tarantino-style pulp trash romance but mostly ends up being a documentary on how pathetic and obnoxious the spoiled Northamerican kids can be (who keep repeating "It's like paradise here" while wasting time in a horrible artificial place and wasting money on booze and drugs, not wasting their brain because they don't seem to have any). The second half tries to get more serious about the addiction to violence, sex and drugs by two teenage girls but the personalities of the girls are superficially sculpted and the plot often sounds implausible without adequate preparation. In the end, this second half sounds a lot like a parody of the television series "Charlie's Angels". Visually, however, this is high-quality "pulp". And the enigmatic ending, while highly implausible, has some resilient power.

The film opens with sequences of wild beach parties. Then we see three girls (Brittany, Candy and Cotty) at a college class, hardly paying attention to the lecturer, and later smoking, doing drugs and simulating sex. Then a girl, Faith, who attends a religious retreat but with little or no enthusiasm. Her friends in the religious group warn her against her wild friends, but Faith replies that she's known them since kindergarten. The four girls meet in Faith's dorm and count the money that they have been saving since the beginning of the year: they don't have enough to fulfil their plans for "spring break". One night the trio decides to rob a restaurant. After a propitiatory dose of cocaine, Cotty drives Brittany and Candy, wearing shorts and a mask, and armed with a hammer and a pistol (that one of the girls had been licking sensually), to the late-night diner. The robbery works and the three girls celebrate by burning the pick-up truck that they had stolen from a professor. Then they rush to show the money to Faith, who, excited, even accepts to do drugs with them. The money is needed to pay for vacations in Florida. They join the crowds of wild young students at the beach (the first scene of the movie). The three criminals finally reveal to Faith how they got the money. Parties with plenty of alcohol and drugs suddenly end when they are arrested (in bikini), jailed (in bikini) and sentenced in a court (still wearing the same bikinis). We hear Faith meditate that they were just trying to find out who they are. A shady stranger, nicknamed Alien, pays bail for them and then takes them for a tour of the neighborhood (the girls are still wearing the same bikinis). As he tells them that he is a gangster with plenty of money, we see scenes of his dangerous criminal life. Alien takes the girls (still wearing the same bikins) to a billiard room crowded with rough guys (presumably members of Alien's gang). Faith breaks down: she is not having fun and she feels uncomfortable with this company. She begs the others to go home with her, but they decide to stay, as Alien had predicted. Alien takes the remaining trio to his mansion, where he boasts about having survived his violent life and shows them what his crimes allowed him to buy (including machine guns). Alien takes them to a strip club where the owner, Big Arch, an old acquaintance, tells him to stay out of his territory. Back at the mansion, Brittany and Candy pretend to be turned on by Alien's self-serving demonstrations of wealth and violence, but then grab his loaded guns and stick them into his mouth, promising to kill him within a few seconds... but it is just a joke. He loves it. They are now real buddies. He equips the trio with semiautomatic weapons and uniforms (a satire on "Charlie's Angels"?) and then leads them on a series of robberies on the "Spring Breakers" who are in town (apparently something he does every year). Big Arch wants to teach Alien a lesson and, after lecturing him in the middle of the street from his sport car, he orders one of his men to shoot at Alien's car where Cotty gets wounded. Cotty decides to return home (and to school) but the other two, morbidly attracted to the gangster, stubbornly stay behind. They become lovers in a "menage a trois" and start toying with the idea of getting back at Big Arch. While we see the trio, armed to the teeth, taking off on a motorboad, we also see a flashforward in which the girls are calling home with the news that they have finally decided to leave Florida. The trio is walking towards Big Arch's mansion when suddenly a guard shoots and kills Alien. The two girls (wearing the usual bikini) fire back and keep walking, like real professional warriors, hardly trying to protect themselves, and shooting at everybody they meet on their way, while the soundtrack is Faith's voice calling home and telling her mother how much fun their vacation was. The bikini duo finds Big Arch in his bathtub and coldly executes him before leaving in his own sport car, two gorgeous blondes on a sunny day. The final scene shows how they left the mansion after killing everybody and kissing dead Alien one last time, and the scene is showed upside down.
(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo pezzo, contattami

What is unique about this cinema database