David Lean
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.


Scroll down for recent reviews in english.
David Lean esordì negli anni '40 grazie al commediografo Noel Coward che gli fornì il testo per i suoi primi successi. In which we serve (1942), l'obolo versato al film bellico, la storia in stile quasi documentario di un gruppo di naufraghi alla deriva che rievocano il loro passato; The Happy Breed (1943), from a Noel Coward play (1939), a family saga set between the two world wars, che racconta in tono patriottico la storia dell'Inghilterra fra le due guerre attraverso le vicende commoventi di una famiglia comune; Blithe Spirit (1945), una delle più divertenti piece del teatro inglese del Novecento; Brief Encounter (1945), adapted from Noel Coward's play "Still Life" (1935), fine analisi di costumi provinciali e delicata evocazione di sentimenti struggenti, la storia di un amore impossibile fra un uomo e una donna fedeli ai rispettivi coniugi. A station attendant walks into the refreshment tea room of a train station and chats with the middle-aged waitress who is not in a happy mood. Behind them a melancholy middle-aged couple (Alec and Laura) is sitting at a table. A friend of the woman, Dolly, recognizes her and sits at the table with them for a quick chat. The man, Alec, a doctor, gets up, says goodbye and walks away to catch his train. Laura is distressed. As she boards another train with the talkative Dolly, she thinks of her conversation with the doctor. Back home, she tends to the children and chats with her husband Fred. But just the distant whistling of a train is enough to bring tears to her eyes. Standing in the same room with her husband, she continues her interior monologue. She would love to ask her husband for advice, but he is the one who cannot help her, because she fell in love with another man. A flashback (narrated by her as if she were talking to her husband) shows how she met Alec by accident for the first time in that very station, while the same station attendant was bickering with the same waitress. She met him again and then tried to meet him again on purpose. Eventually they went to the movies together. They started seeing each other once a week on purpose. Their secret friendship became less and less innocent. She realized that he too was hiding their encounters from his wife. They were both incapable of stopping what was happening between them, and they were both reluctant to call it what it was. When Laura's son was hurt in an accident, she impulsively decided to reveal to Fred the existence of Alec, but Fred hardly cared. This motivated Laura to return to the station, where the encounter with Alec was more enthusiastic than ever. They went to the lake and hired a boat, after which they finally confessed to each other that they had fallen in love. For the first time Laura lied to her husband about something. When a cousin saw them having lunch at an expensive restaurant, Laura began to feel mortally guilty. So when Alec tried to invite her to an apartment, she first refused and ran on board the train. But then got off the train and walked to the apartment. Feeling even more guilty, she ran away the moment Alec's friend (the owner of the apartment) arrived. She felt like a criminal. Alec found her at the station's tea room. Respecting her feelings, Alec informed her that he had decided to move to South Africa. They spent their last day together and then said goodbye at the station's tea room. We see the first scene again, as they are melancholy discussing their case. When Dolly enters, we hear the same voices again, but this time the camera follows Laura's interior monologue. When Alec leaves to catch his train, Laura briefly follows him outside for a final goodbye and for a second she contemplates suicide. Then she walks back in, where Dolly continues to talk. The flashback is over. The monologue (in which she was addressing Fred as if she was talking to him) is over. She is sitting in front of her husband in their living room. Her husband, noticing her distress, thanks her for coming back to him: he has always known. whatever her dream was, it was not a happy one. to include action in other settings (the married woman's house, the apartment of the married man's friend, restaurants, parks, train compartments, shops, a car, a boating lake and at the cinema) In questo film emergono la padronanza della tecnica dei flashback e l'attento realismo quotidiano che fotografa la classe media inglese nei suoi comportamenti più caratteristici. La capacità di indagare l'animo della gente comune e di ricostruire ambienti con finezza figurativa gli permise, esaurita la collaborazione con Coward, di allestire esemplari trasposizioni da Dickens; il dramma intimista The Passionate Friend (1948), in which a married woman has one last fling with her childhood sweetheart; la ricostruzione di un caso di cronaca nera dell'ottocento (Madeleine, 1949); la commedia vittoriana Hobson's choice, fiaba di un vedovo bisbetico padrone di un negozio di calzature e padre di tre figlie in età di marito a cui non vuole concedere neppure un centesimo di dote, la maggiore delle quali gli sposa il lavorante e si mette in concorrenza fino a domarlo e ad ottenere il dominio di casa e negozio; l'intermezzo veneziano di Summer Madness (1955), con Katharine Hepburn nella parte di una vecchia zitella americana in vacanza sedotta durante un breve incontro.

Da questo momento Lean si diede al cinema culturale di consumo, con pellicole intimiste che sono un'elegante fusione di istanze sociali, paesaggistiche, storiche, eroiche, avventurose, civili, etc. Il grande successo gli arrise proprio con The Bridge on the River Kwai (1957), superproduzione spettacolare con una vena di satira militare: il colonnello inglese è pieno di codice militare e di orgoglio di ufficiale inglese: rifiuta di cedere ai metodi barbari del comandante giapponese e continua ad imporre la disciplina tra i suoi, finchè il giapponese cede e gli concede autorità sui prigionieri. Il colonnello inglese, prigioniero dei giapponesi in un campo di concentramento della Jungla malese, viene costretto a dirigere la costruzione di un ponte, e alla fine quel ponte, simbolo della civiltà britannica, diventa tanto follemente importante per lui che, quando viene a sapere di un imminente attacco compatriota, avverte i nemici, anche se poi, rinsavito, si sacrifica gettandosi sul detonatore. Parabola sul codice militare, che finisce per trascendere le ragioni morali e vivere di se stesso; stoico patriottismo inglese che viene al tempo stesso esaltato e ridicolizzato. Fin dall'inizio è contrario a tentare fughe, perché secondo lui è impossibile (in realtà ha solo paura di essere scavalcato), ma sarà uno dei fuggitivi ad avvertire le truppe e a farli liberare, il cinico e per nulla patriottico playboy. Quando, dopo giorni di tortura, piega il giapponese, ed ottiene il comando dei prigionieri per lui diventa importantissimo dimostrare che sotto il suo comando i soldati inglesi sono efficienti, e il ponte diventa un simbolo della superiore civiltà inglese.

Il comportamento ostinato, orgoglioso e puntiglioso del colonnello è tanto più assurdo perché sono prigionieri; costruisce un ponte migliore di quello che avrebbero costruito loro proprio per dimostrare quanto sono migliori gli inglesi, anche se con ciò danneggia gli inglesi.

Lawrence of Arabia (1962), biografia dell'indisciplinato tenente britannico inviato durante la Grande Guerra al Cairo per fomentare la rivolta degli arabi contro l'impero Turco, sorta di film western ambientato nel deserto, fra carnefici e predoni, stragi e assalti al treno, che vanta però un'acuta disanima dell'eroe, malato di epica civilizzatrice e tradito dai politici che gestiranno a modo loro le sue imprese;

con il colossale Doctor Zhivago (1966, da Pasternak); con Ryan's daughter (1970), vivace quadro d'ambiente irlandese attraverso i dissapori coniugali di una coppia male assortita che si inguaia fino ad essere cacciata dal villaggio.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this cinema database