Nagisa Oshima
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.


Scroll down for recent reviews in english.

Nagisa Oshima venne assunto nel 1954 da una grossa casa cinematografica che, dopo Seishun Zanoku Monogatari/ Cruel Story of Youth (1960), a typical "seishun eiga/ youth film" of the era about the generational gap,

During the age of student riots, a young man, Kiyoshi saves a girl, Makoto, from a middle-aged man who is trying to rape her. The boy and the girl become friends and one day, knowing that she is still a virgin, Kiyoshi forces her to have sex with him. Despite the fact that she didn't want to, Makoto accepts him as a boyfriend. Makoto is still in high school, Kiyoshi is already in college. He confesses that he is angry at everything.
Makoto doesn't hear from his for a week. Disappointed, she calls him. He tells her that he doesn't want her anymore, but she begs him to meet one more time. She doesn't know that he has an older lover. When they meet, he tells her it's over. But then he defends her from two thugs who force her to drink and dance. He beats them up, then, again, makes love to her, right there in a corner of the square. He seems to feel the sexual urge only when he is very angry. This time he tells her that he loves her. She moves in with her, despite her elder sister's warnings. They are both students with no income, but he comes up with a scheme to make money. She hitches rides from older men, then excites them, and, when they come on to her, he beats them up and forces them to pay. Makoto's older sister Yuki is a frustrated woman, who was raised with a different moral standard. Now she resents her parents' stern discipline. Their mother is dead, but her father is still alive, and he lets Makoto sleep with another men, something that would have been impossible for Yuki at the same age. One day Yuki decides to visit an old flame of hers, a doctor. They were idealists, they wanted to change the world. She chose and older man for stability.
Makoto gets pregnant. Kiyoshi does not want the child. She cries. They don't even have the money for an abortion. Kiyoshi suggests using the same scam again to raise some cash, but the first man who gives her a ride is too kind to rip him off. Then Kiyoshi sleeps with her previous lover, the older woman, and makes her pay for the "service rendered". In the meantime Makoto sleeps with the kind older man, who is a rich business man, to find some kindness in a man. When she confesses to Kiyoshi, he approaches the business man and makes him pay for having sex with his girlfriend. Basically he has behaved as both prostitute and pimp.
Yuki visits her friend the doctor, hoping to rekindle his love, at the same time that Makoto is having and abortion next door. As she sleeps, Yuki and her former boyfriend discuss their generation's fate and Kiyoshi can overhear them. The doctor thinks that reality will derail Makoto and Kiyoshi like it did to him and Yuki, but Kiyoshi swears that they will be different. When Makoto wakes up, Kiyoshi is a changed man: he is finally the kind, loving boyfriend she always wanted. But their happiness lasts only a few days: tipped by the business man, the police arrest them for extortion. Makoto is released after showing remorse. Kiyoshi is released thanks to his older lover, who then follows him. He is annoyed by her attention and help. But then he also breaks up with Makoto, who is left alone to walk in the streets. Kiyoshi is beaten to death by gangsters who are angry at him for not letting them pimp Makoto, while Makoto is picked up by a middle-aged man just like in their usual scam but then dies trying to jump out of the car.
e The Sun's Burial (1960), nel 1960 gli consentì di girare Nihon No Yoru To Kiri/ Notte e Nebbia del Giappone, un film che manifestava le sue idee politiche di estrema sinistra e che fu ritirato dopo un attentato contro una personalità politica; altre traversie di natura politica e dissidi di natura tecnica aggravarono la sua situazione all'interno della casa; ridotto a girare documentari per la televisione, fonda una propria casa con la quale ha inizio la sua vera carriera di regista.

Attento al dibattito ideologico in seno alla sinistra giapponese, Oshima oscilla fra marxismo ortodosso e utopismo del rinnovamento nazionale; il tema prevalente è il contrasto fra la violenza istituzionale e l'impotenza rivoluzionaria.

Lo sperimentalismo tecnico si rifà al flusso di coscienza, ma da angolature sempre diverse di film in film; la sua umanità è un groviglio disperato di umiliati e di alienati, affamati di cibo e di sesso, in lotta contro il potere.

Nihon shunkako (1967) racconta le fantasie erotiche di un gruppo di liceali.

Violence at Noon (1966)

Koshikei (1967) è un feroce apologo brechtiano contro la criminalità della società che pretende di giudicare il crimine individuale: viene eseguita la condanna a morte di un maniaco sessuale, ma l'uomo non muore e per giunta perde la memoria; a norma di legge bisogna riucciderlo, ma deve essere cosciente di ciò che ha fatto e di ciò che gli faranno per punizione; dovendo curare l'amnesia i giustizieri ricostruiscono la sua vita; la recita diventa sempre più allucinata, finchè si materializza una ragazza e gli attori improvvisati danno libero sfogo alle fobìe segrete: alla fine di quel delirio collettivo il maniaco riacquista la memoria e accetta di essere giustiziato con il piglio del martire in nome di tutti gli uomini del suo ceto.

Shonen/ Il Ragazzo (1969) racconta le avventure di un teppistello che simula incidenti d'auto per consentire al padre, un disoccupato, di ricattare l'investitore. Inseguita dalla polizia, tutta la famiglia fugge verso nord, fino alle distese innevate dove il pccolo erige unnuomo di neve e sogna di diventare un giustiziere extraterrestre.

Tokio Senso Sengo Hiwa/ Storia Segreta del Dopoguerra (1970): le contraddizioni di un gruppo di cineasti radicali emergono dalla schizofrenia di uno di loro.

Gishiki/ Ceremony (1971) dichiara la strategia cinematografica del regista. Oshima recupera il tradizionale gusto giapponese per la cerimonia di carattere privato ed interpreta il rito della cerimonia come una legge suprema davanti alla quale l'individualità deve annullarsi. Tutto il vivere sociale si riduce in definitiva a una serie di cerimonie programmate: rompere le cerimonie significa perciò riacquistare la propria libertà, ma anche sprofondare nella solitudine. Il film è una saga familiare, un romanzo ciclico che prende l'avvvio dalla fine della guerra: il protagonista torna nella casa dell'autoritario nonno, corrotto tiranno patriarca del clan e viene cresciuto insieme alla cugina; la madre di questa è stata l'amante del patriarca, del padre del ragazzo (criminale di guerra morto suicida) e di altri e viene assassinata; il giovane, che sospetta il nonno ma non ha il coraggio di ribellarsi ai suoi ordini, accetta di sposarsi nonostante ami la cugina, ma la sposa fugge prima della cerimonia; il nonno muore e, dopo l'imponente funerale, si suicidano prima il cugino e poi la cugina e il protagonista resta solo con i ricordi.

Oshima racconta la disgregazione della famiglia di origine feudale attraverso i matrimoni e i funerali: il passato è la sconfitta, il presente è la solitudine, il futuro .

Ai No Corrida/ In the Realm of the Senses (1976) aggredisce i tradizionali tabù sessuali dei giapponesi. È la storia dell'incontenibile passione scoppiata fra il proprietario di una locanda e di una serva prostituta. I due insaziabili amanti passano tutto il tempo nel letto a ripetere l'atto sessuale con contorno di geishe e musicanti che partecipano saltuariamente al godimento; la lascivia, la voluttà e la lussuria si sbizzarriscono in giochi pornografici che tendono inevitabilmente all'autodistruzione: la donna comincia infatti le tendenze sadiche che culminano nello strangolamento (avvenuto nel momento di massima eccitazione) e nell'evirazione.

Un vagabondo riconosce nella serva (Sada) di una casa nobile una prostituta di cui era invaghito. La implora di concedergli una soddisfazione, ma, quando lei si impietosisce, il vecchio non riesce ad avere un'erezione. La serva ha accetto questo impiego perche' si tratta di una casa rispettabile, ma il padrone e` un torello: tutte le mattine scopa la moglie appena uscito dal bagno. Un giorno lui la tocca mentre lei sta lavando il pavimento e lei non si oppone quando lui tenta di prenderla. Ne' quando ci riprova mentre lei sta andando in bagno. Anzi, lei gli fa un pompino mentre lui si fuma una sigaretta. Sada si e` invaghita del sesso del padrone ed e` gelosa della moglie. Li scopre che scopano ed e` tentata di colpirla con il rasoio che lei usa tutti i giorni per radere il consorte.
L'uomo decide di sposare Sada in un'altra casa, con una cerimonia tradizionale che pero` diventa presto un'orgia in cui si accatastato tutti nudi, lui, Sada e le quattro donne presenti. Sada non sa piu` stare senza sesso. Lo fanno in continuazione, anche davanti ad altri. Si mantengono con i soldi che lei guadagna facendo la prostituta per un rispettabile professore. Mentre lei e` con il vecchio, il padrone, eccitato, violenta un'anziana e grassa serva. sada e` incontenibile e il padrone e` inesauribile. Nei loro giochi sessuali nulla e` proibito (lui le infila persino un uovo nella vagina). Lei minaccia mezza scherzosa di tagliargli il pene per impedirgli di farlo con la moglie. Lui promette che non lo fara` mai piu` con la moglie, ma, appena torna a casa, non resiste alla tentazione. Sada, sempre piu` vogliosa, scopre che strangolandolo leggermente provoca un'erezione che la manda in delirio. Lui la lascia fare, felice di farla felice. E` la delizia erotica piu` raffinata. Sada offre l'uomo a una vecchia decrepita che suona durante un loro amplesso: l'uomo la prende senza battere ciglio e quasi la uccide, mentre Sada sta a guardarli in trance.
Lui e` ormai suo schiavo e fa tutto cio` che lei desidera, pur di aumentare il suo piacere. Sada finisce pero` per strangolarlo davvero. Sada ha la visione di lui e di suo figlio che corrono intorno al suo corpo nudo al centro di un anfiteatro. Prende il coltello e taglia il pene. Per quattro giorni vaga felice per le strade della citta`, tenendosi stretto il pene dell'amato.

Estremo rituale macabro ed erotico di una disperata tensione verso l'assoluto mistico che nel soddisfacimento di ogni desiderio del corpo viola tutto il codice delle tradizionali cerimonie private. Ogni orgasmo è una trasgressione alla cerimonia più sacra e, ancora una volta, la tensione dell'assoluto, che si sublima nell'ultima macabra trasgressione, ha come conseguenza la solitudine. Inesauribilmente vorace fino ad appropriarsi del sesso dell'amante, pura forza della natura nel godere all'infinito il piacere, invasata idealistica adolatrice dell'orgasmo, la donna si spinge oltre e oltre fino a distruggere il suo padrone, senza più barriere che si frappongono fra lei e l'infinito.

Impero della Passione/ In The Realm of Passion (1976)

Furyo (1983) è un film di prigionia (La grande illusion, The bridge on the river Kwai) che mette in luce la problematica convivenza fra la civiltà del samurai e quella del cavaliere, incompatibilità di pregiudizi, superstizioni e cerimonie. La grande illusione si compie a Giava, dove si confrontano un ferreo comandante giapponese e un orgoglioso ufficiale inglese, entrambi decisi a far onore alle proprie tradizioni a costo di uccidere i subordinati (rispettivamente guardiani e prigionieri).

Un tenente dotato di buon senso f a da intermediario fra le due culture, ma da un lato i giapponesi vogliono spingerlo della nobiltà del suicidio, dall'altro i suoi lo considerano un traditore. Un maggiore appena catturato diventa l'oogetto delle mire omosessuali del comandante giapponese e, dopo averne sempre disprezzata la simpatia, quando l'ufficiale inglese viene condannato a morte per rappresaglia, bacia sulla bocca lo spregevole tiranno; questi, per vendetta, lo fa seppellire nelle sabbie roventi.

Max mon amour (1986) è una commedia centrata su una donna affascinante, moglie di un rispettabile diplomatico, che viene sorpresa a letto con uno scimpanzè; il marito accetta di tenerlo in casa; la curiosità morbosa per i loro amplessi; quando lei si allontana lui deperisce e si riprende solo quando lo portano da lei: in breve, viene accettato da tutti.

Grottesco alla Ferreri: è la fine della civiltà dei sentimenti, è il trionfo degli esseri oggetto.

What is unique about this cinema database