Versus
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
The Stars Are Insane , 6/10
Dead Leaves , 7/10 (comp)
Secret Swingers , 7/10
Two Cents Plus Tax , 6/10
Hurrah , 6/10
Containe: I Want It All , 5/10
Containe: Only Cowards Walk Like Cowards , 6/10
+/-: Self Titled (2002) , 6/10
+/-: You Are Here (2003), 5/10
+/-: Let's Build A Fire (2007) , 5/10
+/-: Xs On Your Eyes (2008) , 5/10
Links:

I Versus sono un trio formati a New York dal chitarrista Richard Baluyut (originario di Detroit, ex Flower) e dalla bassista Fontaine Toups (originaria del Texas, anche nei COntaine).

I Versus vennero rivelati dai singoli Astronaut (land Speed, 1992), una canzoncina effervescente a ritmo surf, e Bright Light (Pop Narcotic, 1992), un hard-rock ferocissimo che muta in un madrigale dolcissimo; e da uno splendido EP, Let's Electrify (Remora, 1993), con Girls' Gone (cantata dalla bassista), Noogie, Seaweed Rising, Silver Vein.

L'album The Stars Are Insane (Teenbeat, 1994) e` limitato soltanto dai registri dei cantanti. Nel campo del noise-rock le varie Thera e Solar Democrat vantano riff rigogliosi, armonie intricate e melodie oblique. I Versus sono il tipico gruppo alternativo le cui canzoni oscillano fra Velvet Underground (Mirror Mirror) e Neil Young (Fallow).
L'anno e` completato dai singoli Frog (K, 1994) e Big Head On (Teenbeat, 1994).

Dopo la raccolta antologica Dead Leaves (Teenbeat, 1995), che riporta alla luce (oltre ai primi singoli) anche un boogie-pop trascinante come Cross The Street e una briosa quadriglia come Sunburned, sempre caratterizzati dall'alternanza fra maschio e femmina, usci` un altro piccolo capolavoro, di nuovo sul formato ridotto dell'EP, Deep Red (Teenbeat, 1996), forte di un sound piu` pieno, un piglio piu` brioso e chitarre piu` agili (Shooting Star e Dead City). Lo strumentale Linus e la ballata classicheggiante della title-track, nonche' il coevo singolo Yeah You (Caroline), lasciano anche intravedere orizzonti fuori dal noise-rock.

La loro tradizione e` quella di Galaxie 500, Yo La Tengo e cosi` via, il rock intellettuale della East Coast. Il trio e` di New York e forse si sente anche qualche influenza dei Sonic Youth. Il loro e` un rock melodico, quasi sempre malinconico, ma immerso in atmosfere che sono piu` che semplici depressioni sonore. E` come se tutti i membri del gruppo si fossero appena tagliati le vene e stessero suonando gli ultimi accordi della loro vita. Eppure, o forse proprio per questa ragione, e` tutto cosi` orecchiabile...

Secret Swingers (Caroline, 1996) consacra il gruppo ai vertici del noise-rock newyorkese. Se le premesse sono quelle di un sound chitarristico abrasivo e acido nella tradizione di Television e Sonic Youth (l'esplosiva jam di Use As Directed, la tuonante e trascinante Shower Song), la caratteristica principale del gruppo e` di saper modulare quella depressione esistenziale con un portamento quasi sereno. Le armonie vocali dei due cantanti fanno pensare a come sarebbero stati gli X se fossero vissuti in paradiso invece che all'inferno. Jealous, sospinto da una melodia ipnotica e dai duelli tonali fra chitarra acustica ed elettrica, e la Ghost Story, che si trascina per accordi sonnolenti prima di esplodere in un crescendo quasi raga, mi sembrano piu` significative delle due canzoni piu` orecchiabili, Lose That Dress e Yeah You (che si rifanno anche piu` esplicitamente ai modelli Television e Sonic Youth) e delle tenui ballad (Glitter Of Love, Double Suicide, One Million), per quanto intrise di alienazione. Temi pop fanno capolino dalle armonie, ma sono un fatto di decor piu` che di sostanza. La dicotomia fra depressione acuta e gentile esorcismo ha trovato una via di mezzo che le sottende entrambe.

La magia di quell'album si dilegua sul piu` scontato Two Cents Plus Tax (Caroline, 1998), che sembra esattamente i Sonic Youth della vecchiaia. Atomic Kid e` forse il loro brano piu` accessibile dai tempi di Astronaut, Underground ha un ritornello semplice pur nell'incedere minimalista, Spastic Reaction indossa i panni della ballata country-rock, Jack And Jill si agita come un calypso.
Le due composizioni piu` lunghe consacrano questa maniera al tempo stesso sperimentale ma accessibile: nonostante la complessa dinamica, Morning Glory (sei minuti e rotti) ha l'eleganza del pop, e Crazy-maker, bisbigliata e suonata in punta di piedi, e` una tenera ninnananna con una coda di jamming. Mouth Of Heaven completa il programma con una delle loro astrazioni filosofiche e riff arroventati.

Le cinque tracce dell'EP Afterglow (Merge, 1999) provengono dalle stesse sessioni di registrazione e sorprende che fossero state escluse.

I Versus hanno coronato la loro ricerca di una via alternativa alla canzone rock. Nel farlo si sono allontanati dalle ruvide emozioni degli esordi e non sempre sono riusciti a compensare quella perdita.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
Versus' bassist Fontaine Toups leads Containe. The sound of I Want It All (Enchante`, 1994) is a little too sparse (Tired Eyes) and melancholic (You Don't Owe Me), although that matches the confessional lyrics of Toups and Connie Lovatt. Mean Song is the only track with some life in it, and from that track Only Cowards Walk Like Cowards (Enchante`, 1997) picks up. The leaders still indulge in honestly painful private stories with the flair of Olympia's girl-groups (Lois, Sleater-Kinney, etc), but a raunchier sound propels Shy Song, Why Why Why and Sad Sad Luck.

The Ep Shangri-La (Merge, 2000) contains four songs: three of them are covers of songs called Shangri-La or of bands named Shangri-La, and the fourth one is the title-track, an original power-pop gem.

The melodic brand of noise-rock on Hurrah (Merge, 2000) is mildly entertaining (Eskimo, My Adidas, Shangri-La), but too often sounds like Cheap Tricked to Sonic Youth. The real gems on this album are the skewed ones, either because they are arranged like the Beach Boys after an overdose (the harmonium-based The Spell You're Under, the piano-based Walkabout) or because they sound like the overdose itself (Mermaid Legs). No question every Versus album is different from previous ones, but after swinging right and left they may be approaching their lyrical and technical maturity.

When Richard Baluyut moved to San Francisco, younger brother and Versus guitarist James Baluyut launched his own project, +/- (Plus Minus). Self Titled Long Playing Debut Album (Teen Beat, 2002) offers lazy, dreamy melodies a` la My Bloody Valentine for the post-rock and digital-glitch generation, with occasional bursts of neurotic energy such as The Queen Of Detroit. The EP Holding Patterns (Teenbeat, 2003) is ever more lo-fi, but also features the catchy Trapped Under The Ice Floes. +/-'s second album, You Are Here (Teenbeat, 2003), offered another dose of neurotic post-rock from James Balayut and his new cohorts.

(Translation by/ Tradotto da Giuseppe Schiavoni)

Il bassista dei Versus, Fontaine Toups, forma i Containe. Il suono di I Want It All (Enchante`, 1994) è un po’ troppo rarefatto (Tired Eyes) e malinconico (You Don't Owe Me), tuttavia si intona alle liriche sommesse di Toups e Connie Lovatt. Mean Song è l’unica traccia con una scintilla di vita, e proprio da quella canzone riparte Only Cowards Walk Like Cowards (Enchante`, 1997). I due leader indulgono ancora in storie private sinceramente dolorose, con l’attitudine dei gruppi femminili di Olympia (Lois, Sleater-Kinney, etc), ma atmosfere ancora più sensuali avvolgono pezzi come Shy Song, Why Why Why e Sad Sad Luck.

L’Ep Shangri-La (Merge, 2000) contiene quattro canzoni: tre di esse sono cover di canzoni dal titolo Shangri-La o di band chiamate Shangri-La, mentre la quarta è un’originale gemma power-pop.

Il genere di noise-rock melodico di Hurrah (Merge, 2000) è moderatamente divertente (Eskimo, My Adidas, Shangri-La), ma troppo spesso suona come un misto fra i Cheap Trick e i Sonic Youth. Le cose migliori del disco sono i pezzi più deviati, o perché sembrano i Beach Boys dopo un’overdose (l’harmonium di The Spell You're Under, il piano in Walkabout) o perché sembrano essi stessi in overdose (Mermaid Legs). Non c’è dubbio che ogni album dei Versus sia diverso dal precedente, ma, dopo tanto girovagare, dovrebbero essere giunti ad una certa maturità tecnica e compositiva.

Quando Richard Baluyut si trasferisce a San Francisco, James Baluyut, fratello minore e chitarrista dei Versus, dà il via al suo progetto, i +/-. Self Titled Long Playing Debut Album (Teen Beat, 2002) offre alla generazione del post-rock e del glitch digitale, pigre e sognanti melodie a` la My Bloody Valentine, con sporadiche esplosioni di energia nevrotica, come in The Queen Of Detroit. L’EP Holding Patterns (Teenbeat, 2003) è perfino più lo-fi, ma contiene anche l’orecchiabile Trapped Under The Ice Floes. Nel secondo disco dei +/-, You Are Here (Teenbeat, 2003), James Balayut e la sua cricca elargiscono un’altra dose di post-rock nevrotico.

Il bassista dei Versus, Fontaine Toups, forma i Containe. Il suono di I Want It All (Enchante`, 1994) è un po’ troppo rarefatto (Tired Eyes) e malinconico (You Don't Owe Me), tuttavia si intona alle liriche sommesse di Toups e Connie Lovatt. Mean Song è l’unica traccia con una scintilla di vita, e proprio da quella canzone riparte Only Cowards Walk Like Cowards (Enchante`, 1997). I due leader indulgono ancora in storie private sinceramente dolorose, con l’attitudine dei gruppi femminili di Olympia (Lois, Sleater-Kinney, etc), ma atmosfere ancora più sensuali avvolgono pezzi come Shy Song, Why Why Why e Sad Sad Luck.

L’Ep Shangri-La (Merge, 2000) contiene quattro canzoni: tre di esse sono cover di canzoni dal titolo Shangri-La o di band chiamate Shangri-La, mentre la quarta è un’originale gemma power-pop.

Il genere di noise-rock melodico di Hurrah (Merge, 2000) è moderatamente divertente (Eskimo, My Adidas, Shangri-La), ma troppo spesso suona come un misto fra i Cheap Trick e i Sonic Youth. Le cose migliori del disco sono i pezzi più deviati, o perché sembrano i Beach Boys dopo un’overdose (l’harmonium di The Spell You're Under, il piano in Walkabout) o perché sembrano essi stessi in overdose (Mermaid Legs). Non c’è dubbio che ogni album dei Versus sia diverso dal precedente, ma, dopo tanto girovagare, dovrebbero essere giunti ad una certa maturità tecnica e compositiva.

Quando Richard Baluyut si trasferisce a San Francisco, James Baluyut, fratello minore e chitarrista dei Versus, dà il via al suo progetto, i +/-. Self Titled Long Playing Debut Album (Teen Beat, 2002) offre alla generazione del post-rock e del glitch digitale, pigre e sognanti melodie a` la My Bloody Valentine, con sporadiche esplosioni di energia nevrotica, come in The Queen Of Detroit. L’EP Holding Patterns (Teenbeat, 2003) è perfino più lo-fi, ma contiene anche l’orecchiabile Trapped Under The Ice Floes. Nel secondo disco dei +/-, You Are Here (Teenbeat, 2003), James Balayut e la sua cricca elargiscono un’altra dose di post-rock nevrotico.

Let's Build A Fire (Absolutely Kosher, 2007), the third album by +/-, failed to introduce any new element, painting the band in a time warp of poppy post-rock, but at the same time highlighted the personal and intimate dimensions of Balayut's art.

Plus Minus' Xs On Your Eyes (Absolutely Kosher, 2008)

After a long long hiatus, Richard Balayut reunited Versus for the diligent but largely uneventful On The Ones And Threes (Merge, 2010).

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database