- Dalla pagina su Serge Gainsbourg di Piero Scaruffi -
(Testo originale di Piero Scaruffi, editing di Stefano Iardella)


(Tradotto da Stefano Iardella)

Serge Gainsbourg (Lucien Ginzburg) ha destabilizzato la scena francese ye-ye con le sue canzoni sensuali e "confidenziali": Le Poinconneur des Lilas (1959), La Javanese (1963), Couleur Cafe (1964), Comment Te Dire Adieu (1968), Soixante Neuf Annee Erotique (1969).
Era famoso anche per i duetti con l'attrice Brigitte Bardot, come Bonnie and Clyde (1968) e Comic Strip. Il suo successo più famoso, Je T'Aime Moi Non Plus (1967), per sweating strings e respiro pesante, era originariamente proprio un duetto di questo tipo, anche se è stata la seconda versione, quella con Jane Birkin, a vendere milioni (la sua melodia ricorda I Saw Her Again Last Night dei The Mamas and The Papas). L'apice della sua arte lasciva fu probabilmente Histoire de Melody Nelson (1971), una suite di sette canzoni (arrangiata da Jean Claude Vannier) che racconta la scappatella di un pervertito con una ninfa.

Ha composto anche musiche da film evocative, tra cui Le Sex Shop (1972) e Vous Aime (1981) di Claude Berri, If I Were A Spy di Bertrand Blier, ecc.

L'Homme A Tete De Chou (1976) fu un altro concept album, questa volta ispirato a fantasie surrealistiche, che abbraccia una vasta gamma di stili. Questo e Histoire de Melody Nelson costituiscono i suoi lasciti artistici più importanti, anche se impallidiscono al confronto dei concept album di musica rock.

Il suo atteggiamento era provocatorio e sarcastico. Sembrava che gli piacesse creare scandali.
Quasi cieco e alienato, è morto nel 1991 a Parigi, all'età di 61 anni.


- Torna alla pagina su Serge Gainsbourg di Piero Scaruffi -