Bill Haley
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Terms of use )

, /10
Links:

Negli anni '50 Bill Haley era un cantante country (o, meglio, uno "yodelling cowboy") di Detroit (ma cresciuto in Pennsylvania) che girava gli States con un suo complessino di western swing. Dal 1943 (quando incise, a 18 anni, il suo primo 45 giri) al 1948 (quando divenne disc-jockey, con una house band stabile) la sua carriera fu l'epitome della mediocrita`. A venticinque anni si accorse che i cantanti come lui avevano sbagliato tutto: i ragazzi non volevano piu` quella musica noiosa, volevano il ritmo, e parlando fra loro usavano un linguaggio ben diverso da quello delle canzoni country.

Haley ebbe allora due idee geniali: sfruttare il ritmo (piu` "duro") del rhythm and blues, che avrebbe consentito ai ragazzi di accompagnarlo ballando e battendo le mani, e intitolare i brani con frasi del loro gergo. Nel 1951 Haley registro` il suo primo brano di musica "nera" (Rocket 88, june 1951, gia` un successo underground per Ike Turner) e continuo` a registrare quelli che erano brani di rock and roll senza che nessuno se ne accorgesse (Rock the Joint, march 1952, gia` portata al successo nel 1949 dal sassofonista Jimmy Preston, e riproposta da Haley con un assolo di chitarra di Danny Cedrone). Ribattezzato il gruppo in The Comets (Johnny Grande on piano, Billy Williamson on steel guitar, Marshall Lytle on string bass), nel 1953 Haley compi` la metamorfosi finale, trasformandosi da cowboy in qualcosa di nuovo, ed ebbe il primo successo: Crazy Man Crazy (april 1953), scritta da Lytle anche se accreditata a Haley, che era di fatto gia` rock'n'roll. Lytle, in particolare, aveva gia` adottato lo stile "slapping" di suonare il basso. Shake Rattle And Roll (june 1954), un brano dello "shouter" Joe Turner riadattato alla maniera country, sali` ancor piu` in alto nelle classifiche. Il sound venne infine rifinito dal produttore Milt Gabler, che aveva imparato il mestiere da Louis Jordan (whose Choo Choo Ch'boogie is almost rock'n'roll), grazie al quale Rock Around The Clock (recorded in april 1954), scritta nel 1952 da Max Freedman (e forse James Myers, che e` citato nei credits come coautore ma era semplicemente quello che ne aveva comprato i diritti), divenne l'archetipo di tutte le canzoni rock and roll del periodo (Marshall Lytle's slapping bass, Joey Ambrose's rousing tenor sax, Billy Gussack's aggressive drumming, and Danny Cedrone repeating the same electric guitar solo of Rock the Joint). It helped that neither Billy Gussack nor Danny Cedrone had time to rehearse the songs (they had not been part of the touring band) and so came up with the most original elements of the recording. Se Gabler era stato il George Martin della situazione, il loro agente Myers fu il Brian Epstein: riusci` a ottenere che la canzone aprisse il film Blackboard Jungle (1955), un'analisi delle delinquenza giovanile nelle scuole inter-razziali del Bronx, un film che assurse a mito per i ragazzi di quella generazione (in quasi tutto il mondo la proiezione del film fu seguita da disordini e scontri con la polizia). E finalmente, al grido di "One two three o'clock, four o'clock rock!, i teen-agers impazzirono, facendone uno slogan di ribellione. In breve il 45 giri divenne un successo internazionale (con 22 milioni di copie vendute) e Haley una star. Haley fu il primo divo musicale per cui la televisione pote` mostrare le scene di fans in delirio.

I Comets, dal canto loro, affermarono un nuovo standard di "band". Il bassista Al Rex (uno "slapped bass" tipico del country), il sassofonista Rudy Pumpilli (che aveva invece un illustre passato jazz) e il chitarrista Frank Beecher (anch'egli proveniente dal jazz) erano innanzitutto superbi solisti (le loro invenzioni dominarono la musica leggera fino al 1965-66) e poi si esibivano sul palco in maniera anti-convenzionale (per esempio, coricandosi sul pavimento). Lo strumentale Rudy's Rock (march 1956) e` probabilmente il loro capolavoro, e Rock'n'Roll Stage Show (Decca, 1956), che non e` un album dal vivo, rimase per anni il riferimento di tutti i combo di rock and roll.

La sua fortuna duro` ancora lo spazio di due film e di un hit, See You Later Alligator (december 1955, scritta da Robert Charles Guidry). Ma Haley non aveva la personalita` del rocker: era non era piu` giovanissimo (aveva 31 anni), e, rispetto alle nuove generazioni, sembrava grasso e goffo. I ragazzi trovarono presto degli idoli piu` vicini al loro ideale James Dean. La sua tournee` del 1957 in Inghilterra esporto` comunque il rock and roll.

Haley si ritiro` a vivere in Mexico, dove continuo` a esibirsi e incidere. Negli anni '70 tento` invano di cavalcare il "Sixties revival". Alcoolizzato, mori` nel 1981.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database