Dalla pagina sugli Handsome Family di Piero Scaruffi (Editing di Stefano Iardella):


(Tradotto da Stefano Iardella)

La Handsome Family è il progetto del baritono Brett Sparks e della scrittrice (e moglie) Rennie Sparks. Fuori Chicago, suonano un solenne country alternativo intriso di un crudele senso di alienazione urbana.
Odessa (Carrot Top, 1994) è principalmente una raccolta di ballate tranquille, crude e cupe (Arlene, Happy Harvest) ma il trio riesce ad alzare il rumore come effettivamente fa in Big Bad Wolf e Pony. L'atmosfera dell'album rispecchia la depressione maniacale di Brett Sparks, che alla fine gli avrebbe procurato un esaurimento nervoso.

Milk And Scissors (Carrot Top, 1996) segnò un grande passo avanti, poiché il cantautore completamente guarito divenne più fiducioso e la musica ripagò il suo debito con Leonard Cohen (Lake Geneva) e Neil Young (Winnebago Skeletons). Le loro abilità vengono mostrate al meglio nelle parabole di Drunk By Noon, Dutch Boy e nello schizzo biografico Amelia Earhart vs. the Dancing Bear.

L'EP Invisible Hands (Carrot Top, 1997) contiene l'insolitamente ottimista Grandmother Waits For You.

I brani di punta di Through the Trees (Carrot Top, 1998), come Giant Of Illinois (altro tributo biografico), Weightless, Woman Downstairs, Down In The Valley of Hollow Logs, Last Night I Went Out Walking, hanno una qualità quasi visionaria.
Sebbene le abilità musicali non stiano migliorando, la narrazione è più contorta e inquietante che mai. Sparks vive in un incubo che solo lui può decifrare.

La coppia raggiunse l'apice "letterario" con le vignette cupe e ossessive di In the Air (Carrot Top, 1999), storie di devastazione che ricordano il gotico del sud di Faulkner (My Beautiful Bride, Up Falling Rock Hill) e storie di vite ordinarie rovinate dalla vita (In the Air). Occasionalmente (The Sad Milkman, Don't Be Scared) quest'ultimo può essere "grandioso" in modo epico e allo stesso tempo sommesso. La coppia ha padroneggiato la tecnica degli arrangiamenti silenziosi e nebulosi (Poor Poor Lenore, un brano pennellato dalla fisarmonica, l'elegia basata sul violino Up Falling Rock Hill) che ottengono il massimo dal minimo.

Down In The Valley (Loose, 2000) è un'antologia.

Twilight (Carrot Top, 2001) è quasi altrettanto completo di In the Air, solo un po' più prevedibile. Le fiabe di Rennie Sparks sono ancora affascinanti, ambientate nel sapore vecchio stile del country e del western da falò. Pur non essendo innovativo come il suo predecessore, questo album potrebbe contenere più gemme (The Snow White Diner, Passenger Pigeons, A Dark Eye) di qualsiasi altro album degli Handsome Family. Il pezzo di chiusura Peace In The Valley Once Again evoca una calma terribile dopo la tempesta emotiva di tante tragedie.

Smothered and Covered (2002) raccoglie rarità.

Singing Bones (Carrot Top, 2003) continua a offrire canzoni più professionali e d'atmosfera senza cambiare i fondamenti della musica della coppia (Far From Any Road, 24-Hour Store, The Bottomless Hole, Gail with the Golden Hair).

Last Days Of Wonder (Carrot Top, 2006) non riesce perché i testi di una canzone di tre minuti non sono né versi di Shakespeare né romanzi di Henry James: le armonie vocali o la musica di accompagnamento devono essere qualcosa di più della musica popolare degli Appalachi per poter creare loro qualcosa di interessante. Detto questo, le storie della coppia sono davvero un gradino sopra la media della musica folk e rock. Tesla's Hotel Room è una bella aggiunta alla loro galleria di ritratti, e After We Shot the Grizzly è il tipo di piccola tragedia in cui eccellono.

Honey Moon (Carrot Top, 2009) contiene un ciclo di canzoni d'amore per commemorare i 20 anni di matrimonio della coppia. La musica è una giostra nostalgica degli stili romantici vecchio stile degli anni '50, in particolare Linger Let Me Linger e My Friend.


Torna alla pagina sugli Handsome Family di Piero Scaruffi.