Vanilla Trainwreck

(Copyright © 1998 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Sofa Livin' Dreamazine (Mammoth, 1991) 6/10
Sounding to Try Like You (Mammoth, 1992) 5/10
Mordecai (Mammoth, 1993) 6/10
Con la cassetta Santaclaustrophobia, il singolo Galvanizing e l'album Sofa Livin' Dreamazine (Mammoth, 1991) i Vanilla Trainwreck si inserirono con autorita` nella nouvelle vague della North Carolina. L'album, forte dei gorgheggi in semi-falsetto di Greg Elkins e dei chitarrismi perversi di Ken Bowers, dimostrava una propensione sperimentale alla Flaming Lips, ma ancor piu` psichedelica nelle piece di Wilbur And Orville, Colorbomb, Heavy Rotation e Naked On A Train; lasciando peraltro intuire una sensibilita` piu` pop in She Cries Diamonds e Automatic Transmission.

Sounding to Try Like You (Mammoth, 1992) vira invece verso il beat "duro", fino a scimmiottare gli Who in Waint e sciogliersi nel ritornello alla Superchunk di Jangorene, spaziando dal glam-rock di Murderstar al thrash incalzante dei Ramones in 43. E` poco meno di una resa incondizionata.

Dopo l'ottimo singolo del 1993, Yellow/ Sunburned (Pond Scum), nel 1994 i Vanilla Trainwreck con l'album Mordecai (Mammoth) sottoscrivono tutti gli stereotipi sonori del punkpop da classifica di quegli anni (Smashing Pumpkins, Nirvana): l'idea di Florida e soprattutto di Sister e` quella di infilare inflessioni melodiche da tutte le parti e immergerle in riff giganteschi e cadenze quasi hardcore. La produzione e` al tempo stesso assordante e pulitissima; il canto lineare e feroce. La gioviale cantilena di Collidiscope e la filastrocca infantile e demenziale di Kiss Me, fra asilo e musichall, sono variazioni sul tema. E` un sound che deve quasi tutto al chitarrista il cui fraseggio isterico tiene in vita Telefood e la cui "giga" celtica alimenta Alex. Sono i suoi stridori calcolatissimi, le sue progressioni hardrock e le sue distorsioni da capogiro a conferire un senso alle canzoni. If English is your first language and you could translate this text, please contact me.


Scroll down for recent reviews in english. (Copyright © 2003 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
What is unique about this music database