Dalla pagina su Travis Scott di Piero Scaruffi
(Tradotto da Stefano Iardella e Damiano Langone)

Il rapper e cantante di Houston Jacques "Travis Scott" Webster, scoperto da Kanye West,  emerso come innovatore della trap con il mixtape Owl Pharaoh (2013). I tentativi di creare versioni trap di Man on the Moon (Bad Mood Shit On You) di Kid Cudi e My Beatiful Dark Twisted Fantasy (Hell Of A Night) di Kanye West sono incompiute, ma altrove il rapper ventunenne impiega enormi ondate di synth e altri trucchi per creare una fusione originale di hip-hop e prog-rock. Molte canzoni sono caotici esperimenti di collage audio, a cominciare da Drive. Dance on the Moon unisce un suono esplosivo con effetti vocali ipnotici. Alcune idee promettenti emergono in intermezzi surreali come Naked e soprattutto Chaz Interlude. Nella sua forma pi austera, l'album raggiunge una sorta di melodramma cinematografico, come una versione hip-hop delle colonne sonore spaghetti-western di Morricone (gli inni trap Upper Echelon e Quintana, entrambi pieni di campane delle chiese). Il produttore canadese Ebony "WondaGurl" Oshunrinde scolpisce il ritmo di Uptown. Alla fine della registrazione, Scott si abbandona a una combinazione di arrangiamenti sinfonici e ritmi quasi house (Blocka la Flame e soprattutto Bandz).

Il pi professionale mixtape Days Before Rodeo (2014), prodotto da Lex Luger, Metro Boomin, Southside e molti altri, contiene l'esuberante Don't Play (prodotto da Anderson "Vinylz" Hernandez, Allen Ritter e Anthony Kilhoffer, con un loop di clavicembalo e distorsione elettronica) e soprattutto la suspense cosmica di Mamacita, uno dei suoi picchi artistici (prodotto da Metro Boomin e Dacoury "DJ Dahi" Natche), ma l'album  generalmente meno avventuroso. Spicca la chitarra elettrica nel beat di Drugs You Should Try It, raro ibrido trap-rock (prima di Lil Peep e XXXTentacion).

Rodeo (2015), prodotto da Pharrell Williams dei Neptunes, Xavier "Zaytoven" Dotson, Metro Boomin, Kanye West e altri (oltre agli onnipresenti Allen Ritter e Mike Dean), e con collaboratori di alto calibro come Young Thug, Future, e Weeknd, era ovviamente un progetto di marketing ma anche un sincero tentativo di affermare il ramo psichedelico della musica trap. L'album si apre con Pornography in stile Kid Cudi, e vanta il punk-industrial Piss On Your Grave (una collaborazione molto pubblicizzata con Kanye West, che prende in prestito il sound alla moda di Yeezus), e l'orecchiabile singolo Antidote (una delle sue canzoni pi popolari, realizzata in tono acuto e scolpita dal produttore olandese Bryan "Eestbound" Van Mierlo con un beat del produttore canadese Ebony "WondaGurl" Oshunrinde), e si inclina verso canzoni pi intricate come Oh My/ Dis Side (una delle sue canzoni pi popolari, coprodotto da Adam "Frank Dukes" Feeney, con improvvisazioni di Quavo dei Migos) e la mini-opera trap di otto minuti 3500 (un trio con i colleghi rapper Future e Tauheed "2 Chainz" Epps, coprodotto da Metro Boomin e Xavier "Zaytoven" Dotson). A volte il risultato  confuso, come 90210 (coprodotto da Dacoury "DJ Dahi" Natche e Ebony "WondaGurl" Oshunrinde), la cui prima metˆ  un duetto surreale con il soave contralto di Kacy Hill, e la cui seconda metˆ  una fantasia prog-rock e boom-bap. Al di lˆ dell'hype e del glamour, i veri punti salienti sono pochi: l'atmosfera cupa e il ritmo paludoso africano di Wasted (coprodotto da Metro Boomin e Adam "Frank Dukes" Feeney) e il disorientante botta e risposta e la densa elettronica di Nightcrawler (co-prodotto ancora da Metro Boomin ma anche da Joshua "Southside" Luellen e Bryan "TM88" Simmons). L'album diventa rapidamente un'esperienza noiosa e monotona, e non aiuta il fatto che Travis trascini Justin Bieber e Young Thug in una canzone banale come Maria I'm Drunk. L'album si conclude con due avventure nel trap-soul, I Can Tell e Apple Pie.

L'altro grande evento dell'anno  stato il singolo melodico e drammatico Pick Up the Phone, una collaborazione con Young Thug (prodotto da Anderson "Vinylz" Hernandez, Allen Ritter, Mike Dean e Adam "Frank Dukes" Feeney), una canzone successivamente incorporata nel secondo album altrimenti noioso Birds in the Trap Sing McKnight (2016), che tuttavia include una delle canzoni pi popolari di Scott, Goosebumps, una collaborazione con Kendrick Lamar prodotta da Daveon "Yung Exclusive" Jackson, Mike Dean e Cubeatz (fratelli gemelli tedeschi Kevin e Tim Gomringer) con un beat di Ronald "Cardo" LaTour, e una delle sue classiche canzoni in due parti, la lussureggiante Way Back arrangiata con flauti sintetizzati e improvvisazioni di Kasseem "Swizz Beatz" Dean e Kid Cudi che vengono utilizzate per il ritmo.

Astroworld (2018), introdotto dal singolo Butterfly Effect (2017), una collaborazione con i produttori canadesi Shane "Murda Beatz" Lindstrom e Donald "Felix Leone" Paton, era per lo pi composto da riempitivi commerciale (anche quando ben pubblicizzati, come Carousel con Frank Ocean). LaTour hit  stata Sicko Mode, un'audace fusione di trap, dubstep, jookin di Memphis e bounce di New Orleans, prodotto da Roget Chahayed, Chauncey "Hit-Boy"Hollis, Ozan "Oz" Yildirim, Mike Dean e Cubeatz con un beat di Brytavious "Tay Keith" Chambers, e campionamenti di Gimme the Loot di The Notorious BIG e I Wanna Rock di Luther "Luke" Campbell (due hit degli anni '90). Altri brani salienti includono l'esplosivo No Bystanders (che campiona sia Joga di Bjork che Tear Da Club Up `97 dei Three 6 Mafia, altri due successi degli anni '90, con la partecipazione dei colleghi rapper Jarad "Juice WRLD" Higgins e Khadimou "Sheck Wes" Fall), la trap psichedelica di Stargazing (prodotta da Sonny "Sonny Digital" Uwaezuoke, Brandon "B Korn" Korn, Samuel "30 Roc" Gloade e Brandon "B Wheezy" Whitfield), e l'eccentrico Houstonfornication (scolpito dal produttore canadese Rupert "Sevn" Thomas e dai beatmaker di Los Angeles Wallis Lane, ovvero il duo composto da Nima " Nizzy" Jahanbin e Paimon "Farsi" Jahanbin).

Gatti (2019)  stata una collaborazione con il collega rapper Bashar "Pop Smoke" Jackson. Travis Scott e Kid Cudi hanno pubblicato The Scotts (2020), accreditato agli Scotts.

Nell'aprile 2020 Scott si  esibito all'interno del metaverso di Fortnite, una storica performance "virtuale".
Nel novembre 2021 dieci persone sono morte in una fuga precipitosa durante l'esibizione di Scott nella prima giornata dell'Astroworld Festival, tenutosi a Houston in Texas.


Torna alla pagina su Travis Scott di Piero Scaruffi